Stupro di Firenze: spunta un video

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

La verità di quanto accaduto nell’androne del palazzo di Borgo Santi Apostoli, nel storico di Firenze, tra i due carabinieri e le studentesse americane potrebbe essere contenuta in un video realizzato da una delle due ragazze con il proprio telefonino. Un filmato che è ora in mano agli inquirenti anche se non sarà semplice analizzarlo: “è girato in una situazione di confusione” ha spiegato il procuratore della Repubblica Giuseppe Creazzo, che ha anche precisato “esiste solo un frame di pochi secondi, fatto con il telefonino di una delle due ragazze americane, che riprende parte della camicia e dei pantaloni dell’uniforme di uno dei carabinieri indagati ma precedente alla presunta aggressione sessuale”.

Il brevissimo video sarebbe stato girato, forse per errore, da una delle due studentesse americane mentre si trovavano ancora nella zona della discoteca vicino a piazzale Michelangelo. Questa circostanza si desumerebbe dal frastuono della musica diffusa da casse acustiche, percepibile dall’audio. Sempre il procuratore ha voluto evidenziare che “l’Arma in questa vicenda è parte lesa, e fin dal primo momento i carabinieri hanno partecipato attivamente e con determinazione alle indagini che sono state affidate alla polizia”.
Intanto la Procura ha smentito l’acquisizione di fotografie scattate nell’androne del palazzo di Borgo Santi Apostoli dalle due ragazze in cui sarebbe avvenuta la violenza sessuale. Oggi si è svolto un vertice al Palazzo di Giustizia di Firenze mentre il secondo carabiniere non è stato ancora sentito dagli investigatori. L’uomo potrebbe essere convocato nei prossimi giorni per essere interrogato.