Furgone a zig zag in Valsugana, panico fra gli automobilisti: guidava al limite del coma etilico

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Foto da Google Stree View

Serata piuttosto movimentata ieri per i carabinieri della compagnia di Bassano del Grappa.

Attorno alle 18 infatti al 112 della centrale operativa sono pervenute numerose segnalazioni da parte di conducenti in transito sulla strada statale 47 Valsugana, all’altezza di Valbrenta: erano tutti terrorizzati dalla presenza di un furgone Mercedes Sprinter che, a velocità sostenuta, zigzagava continuamente lungo la carreggiata, invadendo a tratti la corsia opposta di marcia, con grave pericolo per l’incolumità degli automobilisti e il rischio concreto di provocare gravi incidenti stradali.

Il tempestivo intervento dei carabinieri di Rosà e del radiomobile, che erano in perlustrazione nel territorio, ha consentito di bloccare il mezzo all’altezza del chilometro 57, in direzione sud. L’uomo alla guida del veicolo, in un primo momento, è rimasto immobile al volante, in evidente stato di alterazione, incurante delle intimazioni dei militari di spegnere il motore e scendere dal veicolo.

Sceso dal furgone, l’uomo ha tentato la fuga, ma con professionalità i militari sono riusciti a neutralizzarlo. L’uomo, un 32enne di origini pakistane domiciliato nel trevigiano, rimaneva però – secondo quanto confermano i carabinieri in una nota – “un persistente e ingestibile stato agitazione”, tanto che è stato condotto presso il pronto soccorso dell’ospedale San Bassiano e sottoposto a sedazione: gli esami ematochimici hanno riscontrato un tasso alcolemico rilevante: 3,24 grammi per litro, quasi sette volte il consentito.

L’uomo è stato quindi denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Vicenza per resistenza a pubblico ufficiale, guida in stato di ebrezza alcolica e guida senza patente.