Operazione antimafia in quattro regioni: 23 in manette

Imponente operazione antimafia in quattro regioni con arresti e sequestri record di beni e aziende per 280 milioni di euro solo nella capitale. Nelle province di Roma, Napoli, Milano e Pescara, i carabinieri, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip presso il Tribunale di Roma su richiesta della locale Dda, nei confronti di 23 persone ritenute legate a due distinte associazioni per delinquere finalizzate all’estorsione, l’usura, il riciclaggio, l’impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, e il fraudolento trasferimento di beni o valori. All’operazione hanno partecipato anche i finanzieri del Nucleo polizia tributaria di Roma.
Decine inoltre le perquisizioni, mentre i carabinieri e i finanzieri hanno sequestrato esercizi commerciali, come bar, ristoranti, pizzerie e sale slot, e di immobili, rapporti finanziari/bancari, auto e moto, società, quote societarie.
La maxi-operazione scaturisce da un’indagine dei carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Roma, denominata ‘Babylonia’, riguardante due sodalizi criminali in vertiginosa crescita sul territorio capitolino, con base a Roma e Monterotondo.