Ubriaco va contromano in motorino. Rischia 8 mila euro di multa oltre alla confisca

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La polizia locale

Lunedì scorso decine di cittadini di Arzignano hanno strabuzzato gli occhi nel vedere un motorino circolare in contromano nella trafficata via IV Novembre, imboccando un senso unico. E con incedere che si potrebbe definire incerto, in conseguenza all’assunzione poi accertata di bevande alcoliche. In sella al ciclomotore “sfrecciava” un 49enne veronese, residente a S. Bonifacio, e che alle 11 del mattino a quanto sembra aveva già alzato il gomito. Del tutto incurante del fatto che la sua condotta vietata stava mettendo in pericolo l’incolumità sua e degli altri utenti della strada. Almeno fino a quando una pattuglia di polizia locale arzignanese lo ha bloccato, constatando una serie di infrazioni: lo stato di ebbrezza, la guida in controsenso – questa la definizione corretta citata nel codice della strada – e inoltre senza patentino, scaduto oltre 15 mesi prima e mai rinnovato.

Al 49enne veronese, cittadino italiano, è stato riscontrato un tasso alcolico di 0,94 g/l, poco meno del doppio della soglia consentita. L’etilometro utilizzato dalle forze dell’ordine lo ha inchiodato quindi a un’ulteriore responsabilità, che costerà un conto salato: da 2.030 a 8.136 euro di sanzione nei suoi confronti, oltre a dover dire forse addio al ciclomotore, sequestrato e che quindi che entrerà a far parte dei beni dello Stato in caso della probabile – e definitiva – confisca.

Toccherà al Prefetto di Vicenza determinare gli esatti provvedimenti nei confronti del ciclomotorista da “far west”, forse tornato a casa a piedi, da Arzignano, nell’occasione.