Tutti amano la lingerie

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Alla storia della biancheria intima dedica una mostra niente meno che il Victoria&Albert Museum di Londra. Sarà visitabile fino a marzo 2017

Quando parti per un viaggio, anche se hai pianificato tutto fin nei minimi dettagli, non puoi sapere esattamente quello che potrebbe accadere, chi potresti incrociare, se sarai costretto a cambiare strada per proseguire, o se all’improvviso deciderai di tornare indietro… Probabilmente il nostro viaggio assieme sarà così, un susseguirsi di incontri, di azzardati percorsi o di imprevisti cambi di rotta… Una cosa è certa, non sarà un viaggio noioso, ve lo assicuro…

Siete pronti?  Si parte per questa improbabile avventura!

Capitolo 1: le vicentine indossano biancheria intima?

Prima di scoprire il verdetto del sondaggio che ho sottoposto  ai frequentatori della mia pagina Facebook e agli ascoltatori della  web radio dove ogni pomeriggio tengo la mia trasmissione pomeridiana (Valliland Radio) alcuni brevi cenni sulla storia dell’intimo.

La sua nascita  risale all’antico Egitto, dove le donne indossavano tuniche a stretto contatto con la pelle, sotto i loro abiti. Tuniche che poi le donne greche trasformano in camice di lino, lunghe fino ai piedi. È nel periodo romano che avvengono le prime trasformazioni importanti, infatti compaiono i primi antenati dei reggiseni , fasce in cuoio che appiattivano i seni, e le mutande, dal  verbo mutare, quindi un capo che dovevi cambiare frequentemente. La  nostra attuale biancheria  non esisteva nel Medioevo, anche se nelle famiglie nobili c’era la tendenza ad indossare capi più sottili sotto gli abiti. Nel Rinascimento si vedono le prime giarrettiere, nel ‘600 i primi bustini stringati, anche se il suo vero exploit avverrà nell’800. Senza alcun dubbio la lingerie segna la storia dell’emancipazione femminile: dal cinema allo spettacolo , alla vita quotidiana, gli indumenti intimi diventano un indiscusso strumento di seduzione…

Ma per tornare al nostro sondaggio, i vicentini cosa pensano della lingerie e, soprattutto, le vicentine la indossano? Ecco in breve la statistica che abbiamo ottenuto… Gli uomini sembrano apprezzarla davvero molto,  amano il pizzo, il raso, le calze a rete e la guêpière. Qualcuno ha azzardato il paragone con una bella torta senza decorazione, pensando ad una donna che non cura la propria biancheria intima… Il bianco e il nero sono i colori più gettonati sia dai maschi che dalle femmine, le quali quando sono in casa non la indossano quasi mai… Ma se siete curiosi di sapere se le vicentine la indossano, siate felici: il 98% la indossa sempre e ama curarla molto, indipendentemente che in previsione ci sia un incontro hot, oppure no… Piace molto insomma.

E quel 2%? La indossa , ma molto raramente, perché ritiene la cosa selvaggia  ed intrigante…

E voi donne, a che percentuale appartenete?

Ascolta il Radiogiornale di oggi!