Coltivava droga in casa. Arrestato 29enne

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

I carabinieri della stazione di Trissino hanno arrestato ieri X.P., 29enne trissinese, che si è scoperto coltivava una rigogliosa piantagione di canapa indiana nella sua abitazione. L’uomo aveva approntato una piccola piantagione di 14 piante, con le quali produceva marijuana da rivendere nel mercato della droga.

La scoperta è stata fatta ieri, a seguito di una perquisizione in auto alla quale è stato sottoposto X.P. L’uomo, fermato dai carabinieri, ha assunto subito un atteggiamento nervoso, che ha ben presto insospettito i militari. Gli agenti hanno presto trovato un grinder e della marijuana nella sua auto. La perquisizione è quindi proseguita nell’abitazione del trissinese dove,è stata rinvenuta una piantagione di marijuana di modesta entità, ma molto ben organizzata. All’interno di una stanza, infatti, erano state allestite due serre corredate di impianto di illuminazione, di riscaldamento e di aerazione, all’interno delle quali stavano crescendo rigogliose 14 piante di canapa indiana. Oltre alle due serre, sono stati trovati dei fertilizzanti, un impianto di essicazione, un bilancino di precisione, 320 grammi di marijuana già pronti per essere consumati e oltre un chilogrammo di funghi allucinogeni.

Per questi fatti il 29enne è stato arrestato per il reato di coltivazione – detenzione di stupefacenti ai fini dello spaccio e trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Valdagno, in attesa delle decisioni del Pubblico Ministero di turno.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!