Putin impone la legge marziale ai territori annessi illegalmente. Polemiche per le parole di Berlusconi

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Dopo l’annessione illegale di quattro regioni ucraine il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto che impone la legge marziale a Donetsk, Lugansk, Zaporizhzhia e Kherson e limita di fatto i movimenti dentro e fuori otto regioni confinanti con l’Ucraina, ovvero: Krasnodar, Belgorod, Bryansk, Voronezh, Kursk e Rostov e ai territori di Crimea e Sebastopoli, che la Russia ha annesso nel 2014.

Domani atteso l’intervento di Zelensky al vertice dei capi di Stato e di Governo dell’Unione europea. All’ordine del giorno della giornata di domani vi è l’energia e l’economia. In particolare i leader discuteranno l’ultima proposta della Commissione europea di interventi contro la crisi energetica.

Ed in particolare sul ‘price cap’ un alto funzionario dell’Ue in vista del Consiglio europeo chiarisce: il tetto al prezzo del gas russo “potrebbe non servire proprio, se continua il calo del prezzo del gas a cui stiamo assistendo. E’ un elemento che farà parte della discussione tra i leader al vertice di domani”. Il funzionario ha anche ribadito che “le posizioni tra gli Stati restano divergenti, ma a differenza del vertice di Praga quello di domani è un consiglio formale, ci sono delle conclusioni su cui sarà necessario trovare un accordo”.

Sul fronte del conflitto: le forze russe hanno fatto sapere di aver neutralizzato la forza d’assalto ucraina che aveva tentato di riconquistare l’area vicino alla centrale nucleare di Zaporizhzhia uccidendo più di 90 soldati e distruggendo 14 imbarcazioni. Le stesse forze hanno dichiarato che non ci sono state vittime o danni e che i livelli di radioattività sono normali. I militari russi hanno poi aperto il fuoco sulle ambulanze nella regione di Kharkiv, nella comunità di Dvorichna, in Ucraina orientale. Tre veicoli specializzati in servizi medici di emergenza sono stati gravemente danneggiati e alcuni dipendenti del Servizio di emergenza sono rimasti feriti.

Il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko ha annunciato che “diversi missili russi” sono stati abbattuti sulla capitale ucraina dalle batterie di difesa aerea, oltre ai droni Shahed-136 di “produzione iraniana”. Jens Stoltenberg ha fatto sapere che la Nato consegnerà agli ucraini come “sistemi di contrasto ai droni, centinaia di disturbatori di frequenze (jammer) che li aiuteranno ad affrontare la minaccia specifica dei droni, compresi ovviamente quelli di fabbricazione iraniana che ora stanno provocando allarme e sofferenza in Ucraina

Polemiche e indignazione per le parole di Silvio Berlusconi. Le dichiarazioni del leader di Forza Italia che dice di aver riallacciato i rapporti con Putin nel giorno del suo compleanno, hanno generato dure reazioni tra cui quella del console generale d’Ucraina a Milano, Andrii Kartysh che ha detto: “Secondo me, venti bottiglie di vodka gratis non sono una buona scusa per il riallacciamento dei rapporti con un assassino e un criminale”. “Per colpa di Putin in Ucraina muoiono persone innocenti, donne e bambini. Mi dispiace davvero per le cose che ha detto il Berlusconi”, ha aggiunto Kartysh.