Russiagate. Trump Jr: “Papà non sapeva del mio incontro col legale russo”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Continua l’affare Russiagate alla Casa Bianca per la famiglia Trump. Dopo la pubblicazione su twitter da parte di Trump Jr dello scambio di mail tra lui e l’avvocatessa russa che gli aveva promesso materiale compromettente su Hillary Clinton, e nelle quali il figlio del tycoon aveva “festeggiato” per la notizia, ora Donald Trump Jr cerca di difendere il numero uno della Casa Bianca. Al programma Hannity di Fox News ha detto che non si preoccupò di informare il padre sull’incontro con Natalia Veselnitskaya, dal momento che sarebbe stata una “perdita” di tempo ma ha ammesso che con il senno di poi avrebbe gestito la situazione diversamente. La stessa tesi era già stata sostenuta dai legali del numero uno della Casa Bianca.
Donald Jr cerca poi di minimizzare l’accaduto: “Ho ricevuto una mail. Non sapevo cosa aspettarmi, volevo sentire cosa avevano da dire. L’incontro e’ risultato in nulla”. Così il figlio del presidente americano sull’incontro avuto nel giugno 2016 con l’ avvocatessa russa.
“Mio figlio è una persona di grande qualità ed io applaudo la sua trasparenza“. Così il presidente Donald Trump, in una nota letta dalla vice portavoce della Casa Bianca, Sarah Huckabee Sanders, durante il briefing con i cronisti, anche oggi a telecamere spente. Il riferimento è alle email pubblicate da Donald Jr.
Intanto l’amministrazione Trump ha rimosso i prodotti della società russa di cyber security Kaspersky dalla lista dei venditori autorizzati dell’Amministrazione per i servizi generali (Gsa) utilizzati dalle agenzie governative per acquistare materiale tecnologico. Il timore della Casa Bianca è che l’azienda possa essere utilizzata dall’intelligence di Mosca per entrare nel network statunitense.
Tags. Russiagate, Donald trump Jr, Russia, Stati Uniti
Ascolta il Radiogiornale di oggi!