Trovato mummificato in casa. L’abitazione era all’asta

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'abitazione dove è stato rinvenuto l'uomo

Macabro scenario quello che si sono trovati di fronte ieri mattina i funzionari incaricati di verificare le condizioni di un’abitazione destinata all’asta. Entrati nello stabile si sono imbattuti in un cadavere, in avanzato stato di decomposizione. E’ accaduto in contrada Molin Maso, nel quartiere Val Maso a Valli del Pasubio. Il corpo rinvenuto corrisponde all’ex proprietario dell’immobile, Walter Dal Zotto, di 42 anni e originario di Schio prima di trasferirsi nella località montana. Le condizioni della salma presupporrebbero, da una prima analisi superficiale, che la morte sia avvenuta da un minimo di otto mesi fino ad un anno. Non ci sarebbero dubbi sulle cause naturali da quanto emerge dalle prime indiscrezioni.

L’uomo viveva in piena solitudine, in particolare dopo la morte della madre, a quanto pare limitando allo stretto necessario i contatti con altre persone del luogo. Uno stile di vita quasi da eremita. I parenti più prossimi, che vivono nell’Alto Vicentino, non avevano più sue notizie da tempo. Lo si riteneva trasferito altrove dopo aver abbandonato l’immobile, nessuno sospettava che si trovasse all’interno e men che meno il triste epilogo.

Il sopralluogo dell’ufficiale giudiziario con gli altri incaricati delle verifiche di routine prima della vendita con base d’asta, nella mattinata di ieri, ha consentito di conoscere il reale destino dell’uomo. Sul posto sono giunti i carabinieri di Schio per avviare le indagini.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!