Sanificazione extra da 50 mila euro dopo i casi di contagi al comando di polizia locale

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Una vettura della polizia locale Vicenza: anche gli automezzi sono sottoposti a sanificazione periodica

Quasi 50 mila investiti dal Comune di Vicenza per sanificare in maniere approfondita ogni angolo del comando di polizia locale di strada Soccorso Soccorsetto a Vicenza, dopo i casi di positività del personale pubblico accertati nell’ultima settimana. Sarebbero stati – finora almeno – in tutto 15 gli agenti incappati nel coronavirus, con probabile diffusione interna nei locali e negli automezzi di lavoro. Da qui al futuro prossimo un ulteriore ciclo di interventi di igienizzazione per garantire un ambiente di lavoro salubre subentrerà nelle operazioni ordinarie, comprese le auto “d’ordinanza”.

Sulla questione a metà tra la cronaca e l’attualità è stata sollevata anche un’interrogazione in consiglio comunale dai membri delle minoranze Sandro Pupillo Giovanni Selmo, che lamenta la mancata “prevenzione adeguata” e una “situazione della Polizia Locale già difficile in quanto l’organico a disposizione è sottodimensionato”. A fra sentire la propria voce anche i sindacati del pubblico impiego.

Ad agire e rispondere alla critiche il sindaco e la giunta comunale, dopo aver arginato un’ulteriore estensione del contagio con l’isolamento dei dipendenti colpiti dal Covid-19 e i contatti stretti. Una “faccenda” sanitaria dai risvolti economici, come emerge a distanza una settimana dai primi casi riscontrati, con 48.678 euro da “pescare” nelle casse comunali per gli interventi di sanificazione extra, oltre a quelli già portati a termine. “Fin dalle prime fasi dell’emergenza – ricorda Francesco Rucco – la nostra attenzione è stata massima per assicurare agli agenti di polizia locale la massima protezione dal rischio contagio. Con questo investimento aumentiamo ulteriormente le azioni di sanificazione, a maggior garanzia del personale. Ringrazio fin d’ora tutti gli agenti che anche durante queste feste così particolari saranno in servizio per vigilare sul rispetto delle disposizioni anticontagio e per contribuire al superamento di questa complessa fare emergenziale”.

Da oggi, quindi, ogni mercoledì e venerdì tra le 5.30 e le 7.10 saranno sanificati tutti gli automezzi del Comando. Ogni lunedì è prevista inoltre la sanificazione completa di uffici, spogliatoi, circolo e altri mezzi. Queste operazioni vanno ad aggiungersi alle procedure anticontagio messe in atto fin da marzo al comando, a partire dalle sanificazioni periodiche eseguite dal Comune per quanto riguarda gli uffici e dalla Croce Rossa per i mezzi. In aggiunta alle mascherine Ffp2, per gli interventi più “a rischio” sono a disposizione degli agenti tute protettive, visiere e occhiali.

Tra le altre misure inserite anche l’utilizzo dei veicoli di servizio limitato a due operatori per volta e, per quanto riguarda il pubblico, il portone d’ingresso del Comando viene aperto solo su chiamata al citofono e l’accesso agli uffici avviene solo su appuntamento o per urgenze, previa verifica della temperatura corporea con termoscanner.