Agente di polizia locale fa gli “straordinari” rincasando a fine turno: fermato ladro di bici

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Per sua sfortuna, proprio mentre stava armeggiando su una bicicletta assicurata al palo con un lucchetto, è stato notato da un membro della polizia locale dei Castelli che “non si è fatto i fatti propri”, giusto per usare una locuzione in termini pubblicabili, nonostante non indossasse più la divisa d’ordinanza.

Ed è così che l’intento illecito di un 33enne di origini asiatiche è andato in fumo ieri sera. Beccandosi una denuncia per tentato furto. Mentre all’agente fedele alla divisa anche quando è riposta nell’armadio è “toccato” ricevere il plauso da parte di superiori, colleghi e del sindaco della città dell’Ovest Vicentino.

Questo perchè un vicentino di passaggio, assunto come agente dal consorzio di polizia locale, mentre stava rincasando dopo il turno di lavoro ha notato il fare sospetto di un individuo intorno al veicolo a pedali. Era parcheggiato nelle vicinanze della fermata Svt di via Trozi a Montecchio Maggiore, con un dispositivo antifurto a catena. In particolare al suo “sguardo allenato” di tutore dell’ordine pubblico non era affatto sfuggita la presenza di un tronchesi tra le mani del ladruncolo, utilizzato per tranciare la catena di sicurezza e quindi far sparire la bici di un certo valore.

L’operatore della Polizia Locale dei Castelli si è avvicinato e qualificato per il suo ruolo, lasciando di sasso l’interlocutore e facendo scattare la fuga a piedi di quello che poi è risultato essere un cittadino indiano, 33enne, bloccato e identificato in seguito. Si tratta di un extracomunitario regolare, residente proprio nella città castellana. Oltre alla denuncia per tentato furto, gli sarà affibbiata anche quella extra per danneggiamento aggravato, in ragione dell’effrazione già perpetrata alla catena.

“Un forte plauso al collega istruttore di Polizia Locale – afferma il Comandante, Alessandro Rigolon -, il quale, nonostante fosse fuori servizio, è intervenuto impedendo la commissione di un reato odioso come il furto di biciclette, di cui spesso sono vittime ragazzi, anziani o persone poco abbienti”. “Mi unisco al ringraziamento del Comandante – dichiara il sindaco, Gianfranco Trapula -. Sono soprattutto interventi come questo che fanno sentire la vicinanza della Polizia Locale ai cittadini”.