Aperti i battenti del Magico Presepe di Contrà Bariola

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Come tradizione vuole, dopo la Santa Messa serale della Vigilia di Natale è stato aperto il Magico Presepe di Bariola. Il presepe dal sapore di tradizione che coinvolge tutta la suggestiva contrada di Valli del Pasubio nella frazione di Sant’Antonio, con i personaggi della Natività sparsi per le vie e le stalle del borghetto e con i volti degli abitanti del posto. Un’attrattiva che nell’edizione scorsa ha portato a Bariola più di 30mila persone.

Come ogni anno si respira un’aria magica tra le strette viuzze di contrà Bariola. Un luogo che è rimasto intatto nel tempo, praticamente lo stesso da decenni, scrigno degli usi e costumi della tradizione rurale veneta del secolo scorso. In questo caratteristico contesto da ormai diversi anni l’Associazione Amici del Presepe di Bariola organizza quella che ormai è diventata una delle Sacre Rappresentazioni più apprezzate del Veneto e non solo, con turisti che si recano a Bariola da tutta Italia e anche dall’estero. I personaggi infatti sono sparsi tra stalle, case e pergolati, con i volti plasmati a immagine degli abitanti del posto. “Solo l’anno scorso il nostro conta persone all’entrata ha registrato più di 30-35mila persone – ha detto uno dei portavoce del gruppo, Cristiano Pianegonda – e ogni anno c’è maggiore interesse attorno al nostro Presepe”.
Anche quest’anno il Gruppo organizzatore, 20-25 volontari di Sant’Antonio che per mesi si spendono e spremono per la buona riuscita del Presepe, si è ingegnato per offrire nuovi spunti e figuranti ai tanti visitatori che accorreranno a Bariola. Sono stati infatti aggiunti cinque personaggi, oltre che diverse proiezioni di testi e altre chicche sul percorso del Presepe. “In totale i personaggi hanno ormai raggiunto quota 65 – ha proseguito Pianegonda – i volti sono tutti fatti in vetro resina, e per creare ognuno dei visi a somiglianza degli abitanti ci vogliono 30-40 ore di lavoro”.
Il Presepe è stato aperto a Natale e rimarrà accessibile fino al 31 gennaio, dalle 8 di mattino sino alle 23, per rispettare la quiete degli abitanti che vivono nelle case dove si snoda la rappresentazione. “Nei giorni festivi sarà attivo un servizio di assistenza al parcheggio organizzato dal gruppo alpini – ha concluso Pianegonda – inoltre tutte le domeniche di grande afflusso sarà presente un bus navetta che gratuitamente porterà i visitatori dal piazzale della ditta Norda (località Gisbenti) direttamente nei pressi del Presepe”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!