Espropriati Spv non pagati, Guarda (lista Moretti): “Zaia dia risposte precise”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Cristina Guarda, consigliere regionale per la lista Alessandra Moretti Presidente

“Che fine ha fatto la seconda rata del pagamento degli espropri per la realizzazione della Pedemontana?”.

Se lo chiede, attraverso un’interrogazione al presidente Zaia, la Consigliera regionale Cristina Guarda (lista Alessandra Moretti Presidente): “l’accreditamento della seconda rata – spiega – doveva avvenire il 30 novembre, ma è passata una settimana e gli espropriati non hanno ancora visto nulla e non hanno ottenuto alcuna garanzia”.

“Le prime promesse di un preciso piano di rientro risalgono ad agosto ma in realtà gli espropriati attendono di essere pagati da molto più tempo, esattamente da sei anni. È un ritardo scandaloso, di cui la Regione si deve assumere la responsabilità. E intanto gli agricoltori continuano ad essere danneggiati e presi in giro, espropriati e lasciati soli di fronte ad un mostro viabilistico che ad oggi nulla ha fatto per i Veneti se non sventrare il territorio e lasciare nel limbo imprese, amministratori e cittadini con calcoli che non tornano e pedaggi che rischiano di pesare anche sui residenti”.

“Il project financing legato alla Pedemontana – conclude Guarda – è un macigno che pesa su tutti i Veneti. Zaia non può continuare a tranquillizzarli sperando nell’intervento dello Stato per correggere gli accordi firmati dal suo predecessore e da lui stesso confermati. Se ha a cuore il mondo agricolo, faccia la sua parte e dia le garanzie che fino ad ora non ha rispettato: paghi finalmente con regolarità e rispetti gli agricoltori espropriati”.