La storia giallorossa torna in campo con il Calcio Schio

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La prima squadra

Dopo cinque anni di coabitazione con i comuni di Torrebelvicino e Valli del Pasubio la città di Schio torna ad avere una squadra col proprio nome sulla divisa. Sulle ceneri del glorioso Calcio Schio 1905 quest’anno nel campionato di Promozione e nelle categorie giovanili si tornerà a vedere le maglie giallorosse. “Un patrimonio della città che ritorna” ha detto ieri sera alla presentazione in teatro Astra l’Assessore allo Sport Aldo Munarini.

La differenza sostanziale rispetto al passato sarà la mancanza del “1905” sul nome della squadra, anno di fondazione della storica compagine di calcio cittadina fallita nel 2011. I colori sociali del nuovo Calcio Schio sono ovviamente il giallo ed il rosso, che già da quest’anno saranno vestititi dagli oltre 230 ragazzi che compongono il settore giovanile e dalla prima squadra del mister Dennj Rezzadore. “Far rinascere la squadra della città era un’esigenza per tutti noi – ha proseguito Munarini, ex calciatore ed allenatore dello Schio Calcio – e pur mantenendo i rapporti con Valli e Torre era tempo di tornare allo Schio, squadra nella quale tutti gli scledensi si identificano fortemente”.
La serata di presentazione  ha visto la sfilata di tutte le squadre della nuova società scledense, presentate dalla speaker e dj Adelina Putin assieme al nuovo direttore sportivo Ennio Dalla Fina, ex ds dell’Arzichiampo. Presenti anche grandi nomi del calcio vicentino del passato come il portiere Adriano Bardin, che svolgerà il ruolo di allenatore dei portieri, e Toto Rondon, già centravanti del Lanerossi Vicenza che metterà a disposizione la sua esperienza per far crescere i giovani avanti scledensi.
A fine serata, dopo la rassegna della prima squadra (fresca di esordio vincente contro il Caldogno in Campionato), hanno preso parola Rezzadore e l’emozionato presidente Denis Vallortigara. “Siamo molto contenti della squadra – hanno detto – l’obiettivo è vincere ma soprattutto riportare gli scledensi a riempire la tribuna per le nostre partite”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!