“Scusa Beatrice”, il Rangers Rugby Vicenza chiede perdono all’arbitro placcato

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Foto pagina Facebook Rangers Vicenza Rugby

L’11 dicembre la società del Rangers Rugby Vicenza è salita tristemente agli onori della cronaca nazionale per il comportamento del suo Capitano, Bruno Doglioli, che in un raptus di follia aveva placcato il direttore di gara Maria Beatrice Benvenuti durante il match contro il Valsugana. Dopo aver preso completamente le distanze dal giocatore i vicentini domenica scorsa sono scesi in campo con una maglietta recante la scritta “Scusa Beatrice”, per dare un segno di vicinanza all’arbitro e condannare fermamente l’episodio.

Il fattaccio che aveva scatenato l’indignazione di tutto il movimento rugbystico nazionale e mondiale era successo nell’ultimo match giocato in trasferta dai Rangers Vicenza, che militano nel terzo girone di Serie A. Ad un certo punto della partita giocata in casa del Valsugana Padova infatti il capitano dei vicentini, Bruno Andres Doglioni, italo-argentino di 34 anni, aveva placcato da dietro il direttore di gara Maria Beatrice Benvenuti, un’icona tra i fischietti femminili italiani. Un intervento assurdo e assolutamente volontario come si può vedere dalle immagini, con il vicentino che placca da dietro l’ignaro arbitro, stendendolo sul colpo.
A seguito di questo intervento sconsiderato ed insensato il giocatore era stato immediatamente sospeso dalla sua squadra e interdetto per tre anni dal mondo del rugby, considerato per eccellenza lo sport del fair play e del rispetto per l’avversario e dell’arbitro. Una sentenza pesante su cui nessuno ha avuto da ridire, la più dura inflitta dal tribunale sportivo del rugby negli ultimi 20 anni. Una condanna esemplare per dire no ad un atteggiamento che nulla ha a che vedere con i valori dello sport.
Per sottolineare ancor più la totale estraneità della squadra dal gesto del suo ex capitano i Rangers domenica scorsa son scesi in campo in casa indossando una maglietta con le scuse al direttore di gara, peraltro già espresse più volte attraverso comunicati ufficiali. “Uniti allo staff ed ai tifosi i nostri giocatori hanno voluto esprimere un segno di vicinanza e sostegno all’arbitro Maria Beatrice Benvenuti – ha scritto la società – augurandole una pronta guarigione e un veloce rientro sui campi di gioco”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!