Scontro frontale fra due auto e un furgone: due morti e tre feriti a Cornedo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Due persone sono morte e tre sono rimaste ferite verso le 13,30 in un tragico incidente stradale avvenuto sulla strada provinciale 246 fra Cornedo e Cereda. Tre i veicoli coinvolti:  due autovetture e un furgone.

Le persone decedute sono un uomo, Massimo Ricatti di 52 anni di Monte di Malo, e una donna di 28, Giulia Rossi di Valdagno.

L’uomo guidava una Fiat Multipla che si è scontrata frontalmente con una Hyundai a bordo della quale c’erano la donna e i suoi due bambini, questi ultimi rimasti feriti: una ragazzina di 8 anni che è stata portata in codice rosso in elicottero all’Ospedale San Bortolo di Vicenza ed è ricoverata in terapia intensiva pediatrica, mentre il fratellino di pochi mesi è ricoverato all’ospedale di Arzignano. Ferito anche il guidatore del furgone.

I vigili del fuoco hanno liberato i conducenti delle due vetture, ma per il Massimo Ricatti e  Giulia Rossi non c’è stato nulla da fare e i sanitari del Suem 118 hanno potuto solo constatarne la morte. Nell’incidente sono morti anche due cani che erano a bordo della Fiat Multipla. Le cause dello scontro sono ancora al vaglio dei carabinieri e della polizia locale, ma dai primi riscontri pare che la valdagnese alla guida della Hyundai abbia perso il controllo della vettura invadendo la corsia opposta, prima sfiorando il furgone che ha finito la sua corsa sul lato della carreggiata e poi scontrandosi frontalmente con la Fiat Multipla.

Le vittime

Massimo Ricatti, 52 anni, originario di Thiene, viveva a Monte di Malo ed era un tecnico cinofilo conosciuto e apprezzato in tutta Italia, in questa veste formava addestratori per cani da soccorso e ha avviamo la pet therapy nel nostro paese. E’ stato anche presidente della Federazione Italiana Cani da Soccorso. Negli anni ha preparava cani all’assistenza di persone con disabilità visive, uditive e di locomozione e ha operato anche all’interno della Casa Circondariale di Montorio a Verona e nel 2013 con i detenuti della Casa Circondariale di Vicenza. Quest’ultimo progetto era sostenuto anche dalla fondazione OnlyTheBrave di Renzo Rosso. A bordo della sua Multipla c’erano due dei suoi inseparabili cani, pure morti nell’incidente. Lascia una moglie e due figli.

Giulia Rossi, 28 anni di Valdagno, mamma di Sofia, ora ricoverata a Vicenza in rianimazione pediatrica (che proprio ieri ha compiuto gli anni), e del piccolo Daniel, nato nel marzo scorso, ricoverato all’ospedale di Arzignano. Lavorava  alla Pta srl di Valdagno. Proprio ieri sul suo profilo Facebook aveva pubblicato un post per il compleanno della figlia: “Oggi è un giorno speciale otto anni fa sei arrivata tu piccola peste a cambiarmi la vita è a renderla migliore!!!auguri con tutto il cuore mia splendida creatura…buon compleanno Sophy” accompagnato da una serie di cuoricini. Stava organizzando per il 30 dicembre una festa di compleanno per la piccola.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!