Ulss 4 sotto esame canadese per accreditarsi come eccellenza

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'ospedale (foto di archivio)

Quella che si conclude oggi è stata una settimana di fibrillazione per tutto il personale dell’Ospedale di Santorso e, più in generale, dell’Ulss 4 Alto Vicentino. Da lunedì scorso infatti sono in visita al nosocomio i valutatori di Accreditation Canade, ente che certifica a livello internazionale l’eccellenza dei servizi sanitari. Tutti i vertici e le principali aree dell’azienda (l’unica del vicentino a partecipare a questo percorso di accreditamento) sono occupate nella valutazione, in primis l’ospedale nei suoi diversi reparti e servizi. La visita dei valutatori canadesi si conclude oggi.

Sistema socio-sanitario dell’Alto Vicentino sotto esame, quindi, per meritarsi il bollino di struttura sanitaria eccellente secondo paramatri internazionali. L’attività perché la valutazione vada a buon fine, spiegano fonti interne, va avanti con solerzia da mesi. L’accreditamento di eccellenza esprime in sostanza il livello di qualità raggiunto da una struttura socio-sanitaria, certificato da un organismo indipendente ed internazionale. Non una “foto” statica della situazione dell’azienda ma un processo dinamico, perché l’eccellenza viene qui vista come un percorso di miglioramento continuo rispetto ad obiettivi predefiniti in termini di qualità e sicurezza delle cure sanitarie e socio-sanitarie.

Si tratta di un percorso che la Regione Veneto ha iniziato 12 anni fa recependo il modello di accreditamento canadese come quello di riferimento per le proprie aziende sanitarie. Sotto la lente di ingrandimento finiscono così tutte le dimensioni della qualità, con l’obiettivo di “rivedere i processi per garantire appropriatezza, efficacia, efficienza, produttività e sostenibilità”, come spiega il sito dell’Ulss4. Un percorso iniziato per l’Ulss 4 a marzo 2015, mentre in Veneto hanno già ottenuto l’ok di Accreditation Canade le Ulss  7 di Pieve di Soligo, 9 di Treviso e 20 di Verona. In concreto, obiettivo della Regione è veder riconosciuto a livello internazionale l’applicazione delle migliori pratiche organizzative e tecniche disponibili, attuate da parte delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e sociali.

Una prima fase del processo di accreditamento ha riguardato nell’Ulss 4  il dipartimento di prevenzione,  la direzione medica,  il dipartimento dei servizi diagnostici,  i poliambulatori, il dipartimento funzionale assistenza farmaceutica. La fase attuale ha visto sotto esame invece l’area chirurgica, i servizi di assistenza ostetrica e perinatale, l’area critica, il dipartimento di emergenza-urgenza, i servizi di salute mentale, dipendenze e abusi di sostanze, semi-residenziali e residenziali, di assistenza domiciliare, l’assistenza primaria e la riabilitazione.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!