Russia. Proteste a Mosca. Fermato Navalny durante manifestazione

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

La Russia protesta contro Putin. Migliaia per le strade, in tutto il paese. Tra gli arrestati anche il più temuto oppositore del capo del Cremlino, Aleksei Navalny. I fermi sono stati oltre 243, in diverse città della Russia. Questa giornata di manifestazioni è stata indetta dallo stesso Navalny, per chiedere elezioni democratiche alla vigilia delle presidenziali del 18 marzo, a cui non era stato ammesso.

Poche ore prima, la polizia russa aveva effettuato un blitz nella sede moscovita della Fondazione anticorruzione di Navalny, ufficialmente per un “allarme bomba”. Secondo la stampa locale, gli agenti avrebbero sequestrato pc, server e telecamere.

Navalny, principale oppositore del presidente russo Vladimir Putin, non può candidarsi alle elezioni presidenziali a causa di una condanna penale a suo carico, che molti ritengono di matrice politica. “Sono stato arrestato. Non cambia nulla. Venite a Tverskaya”, ha twittato dando appuntamento in una delle principali arterie stradali di Mosca per la manifestazione antigovernativa e antielettorale che si svolge in contemporanea in numerose città del Paese.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!