25 aprile, Mattarella apre le celebrazioni. Paolo Gentiloni: “Giorno del riscatto” [Politica – Cronaca]

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Giornata di celebrazioni istituzionali e manifestazioni per il 73esimo anniversario della Festa della Liberazione d’Italia. In occasione della cerimonia all’Altare della Patria, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deposto una corona di fiori presso la tomba del milite ignoto. In piazza erano presenti il premier Paolo Gentiloni, i presidenti di Camera e Senato Roberto Fico e Maria Elisabetta Alberti Casellati, il ministro della Difesa Roberta Pinotti e le alte cariche militari.

Successivamente il capo dello stato si è recato al Sacrario della Brigata Maiella a Taranta Peligna. La visita è durata una quindicina di minuti. Ad accoglierlo tantissime persone e studenti che hanno intonato l’Inno d’Italia e Bella Ciao. Mattarella era accompagnato, in questa sua prima tappa della visita in Abruzzo, dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Claudio Graziano. Secondo appuntamento sarà a Càsoli, imbandierata a festa per l’occasione.

“Il 25 aprile fu il giorno del riscatto dell’Italia. E’ dovere di tutti ricordare chi ha combattuto per la nostra liberta’ contro gli orrori della dittatura. Un pensiero speciale oggi a Giorgio .Napolitano, protagonista della Repubblica. Forza Presidente!”. Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni.

“La Resistenza rappresenta un punto di riferimento irrinunciabile nella vita democratica del Paese: è in questa pagina fondamentale della nostra storia che ogni cittadino italiano può infatti ritrovare le radici della Repubblica e della Carta costituzionale”. Il presidente della Camera Roberto Fico commemora così il 25 Aprile. L’Italia “deve dimostrare di aver tratto insegnamento dal suo passato”.

“Il 25 aprile è una data che ha restituito la libertà al nostro Paese, ma è anche una giornata nella quale è giusto ricordare quanti per quella stessa libertà hanno sacrificato la loro vita, una data estremamente attuale”. Lo afferma il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in una intervista a Senato Tv. “Tutte le vicende di quella pagina fondamentale per l’Italia repubblicana – aggiunge – rappresentano un patrimonio comune della memoria da trasmettere alle nuove generazioni”.

“Buon 25aprile, buona Festa della Liberazione. Oggi ricordiamo chi si sacrificò per la nostra liberta'”. Lo scrive su Twitter il sindaco di Roma Virginia Raggi, che celebra la ricorrenza della Liberazione dal nazi-fascismo in varie cerimonie. Stamane ha deposto una corona all’Altare della Patria, poi si è recata al Mausoleo delle Fosse Ardeatine. Sarà presente al Museo storico della Liberazione in via Tasso, dove la Comunità ebraica romana ha deciso di celebrare il 25 aprile, dopo la rinuncia a partecipare al corteo dell’Anpi per la presenza della Comunità palestinese. Il primo cittadino si recherà in tarda mattinata a Porta San Paolo, dove il corteo dell’Anpi terminerà.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!