Caldo africano, tra martedì e mercoledì 16 città con il bollino rosso

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Italia nella morsa del caldo. L’anticiclone africano porta sulla nostra penisola l’aria del Sahara algerino per un’ondata di calore dai connotati storici. In tre città italiane, Frosinone, Pescara e Campobasso è scattato oggi il bollino rosso, mentre Roma, ha visto passare il bollino rosso ad arancione. Ma un anticipo di quanto si sta preparando si è avuto già ieri, con la colonnina del termometro che è schizzata verso l’alto da Ferrara fino alla Sardegna. Nella città estense, secondo i rilievi dell’aeronautica militare, il si sono registrati 35 gradi, con una temperatura percepita di 46, mentre a Capo San Lorenzo, in Sardegna, la temperatura percepita era di 49 gradi con una temperatura reale di 33.
Da domani scatterà il bollino rosso in altre 12 città: Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Firenze, Latina, Milano, Napoli, Perugia, Rieti e Viterbo. Calura eccezionale anche in montagna, fino a 31/32 gradi oltre a 1500 metri sul Centro Italia, 28/30 gradi localmente a 1400/1500 metri anche su Alpi. Possibilità di un break più fresco e anche temporalesco, soprattutto al Nord, da lunedì o martedì della prossima settimana. A quel punto, prevedono i meteorologi l’anticiclone africano porterà l’ondata di caldo anche sul resto dell’Europa, spingendosi per 4.500 chilometri fino al Baltico.
Questa situazione aggraverà notevolmente la già critica situazione relativa alla siccità e all’elevato rischio di incendi. “La probabilità che una siccità almeno moderata permanga in Europa fino alla fine dell’estate sono molto alte, oltre il 60%”, con punte dell’80% in Italia, Spagna e Portogallo. Ad affermarlo è Marco Turco, ricercatore presso l’Università di Barcellona e autore principale di una ricerca che ha consentito di sviluppare un metodo di previsione della siccità.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!