Caldo da record in Italia, superata anche l’ondata del 2003

Sono ormai 48 ore che l’anticiclone africano Lucifero ha invaso lo Stivale.
Un caldo memorabile che in questi primi giorni d’agosto ha raggiunto i 43° nella maggioranza delle regioni italiane, superando così anche la torrida ondata del 2003.
L’afa fuori dal normale che ha colpito principalmente Sardegna e Puglia, con punte che arrivano fino a 45/47° nelle zone più interne, non ha mancato di causare criticità.
A Foggia un commerciante ambulante di 34 anni, di origini albanesi, ma residente in provincia di Napoli, è morto a causa di un malore legato alle roventi temperature, mentre a Teramo, un 70enne è stato stroncato da un infarto, durante una passeggiata lungo il torrente Vezzola.
Una situazione pesante che non sembra migliorare. A Firenze, infatti, nella mattinata di venerdì è stata chiusa in via del tutto straordinaria anche la Galleria degli Uffizi, per un guasto all’impianto di condizionamento. Il pollo museale ha poi riaperto nel pomeriggio.
In questo clima di emergenza si rinnova il monito per bambini, anziani e non solo, a difendersi dal caldo seguendo alcuni piccoli accorgimenti, fino all’arrivo di temperature più fresche.
Atteso, intanto per lunedì l’arrivo di un ciclone atlantico con qualche temporale sulle Alpi centro-orientali e sull’Appennino.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!