Ong. Legale Iuventa: Ricorso contro sequestro nave. Ue: “Tutte le Ong aderiscano al codice”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La Ong Jugend Rettet farà ricorso contro il sequestro della nave Iuventa. Ad annunciarlo l’avvocato dell’organizzazione non governativa, Leonardo Marino, dopo aver ricevuto le copie degli atti. Sarà richiesta la restituzione dell’imbarcazione e i documenti e dei pc portati via dalle forze dell’ordine.
Intanto arriva l’appello dell’Unione Europea: “Tutte le Ong aderiscano al codice di condotta”.”Mi dispiace che alcune Ong abbiano scelto di non firmare il Codice di condotta. Dobbiamo lavorare tutti assieme per smantellare il modello di business dei trafficanti ed evitare le morti dei migranti”, ha dichiarato Dimitris Avramopoulos, commissario europeo per le migrazione e affari interni. “Chiedo di nuovo a tutte le Ong di aderire all’iniziativa”, ha quindi aggiunto.
E si aggiunge un’altra ong alla liste di coloro che hanno accettato il codice. Si tratta, secondo quanto si apprende, di Sea-Eye l’organizzazione che opera, con un ex peschereccio riadattato, lungo le coste della Libia per salvare naufraghi. Sono così giunte a quattro le organizzazioni non governative che hanno sottoscritto il codice voluto dal ministro Minniti: Moas, Save the children, Proactiva Open Arms e appunto Sea-Eye. Delle otto Ong presenti ai lavori preparatori del codice al Viminale non lo hanno invece firmato Sos Mediterranee, Medici senza frontiere, Sea-Watch e Jugend Retter.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!