Torino: spara alla compagna e si uccide

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Spara alla compagna e poi si uccide. La donna, ferita alla testa, è ora ricoverata in ospedale. A fare fuoco un italiano di 45 anni, Elio Giancotti, residente a Milano, individuato dalle volanti della polizia nei pressi del luogo della sparatoria poco prima che si suicidasse. La tragedia questa mattina, alle 6.30, a Torino, alla Crocetta, in corso Vittorio Emanuele II, all’angolo con corso Galileo Ferraris.
Circa dieci minuti prima alcuni passanti avevano segnalato un violento litigio tra due persone che erano scese da una Bmw scura, con targa straniera, parcheggiata all’angolo con corso Re Umberto. La ragazza, Timea Vajko, 31 anni, ballerina di origine ungherese, ma da tempo a Torino, voleva lasciare il suo compagno che, dopo una colluttazione sul marciapiede, ha preso una pistola Tanfoglio e ha minacciato di uccidersi. Non è chiaro se abbia sparato anche un colpo in direzione della donna o se lei sia rimasta ferita alla testa quando i due sono caduti durante il litigio.
Il quarantacinquenne però l’ha lasciata a terra e si è allontanato, seguito dagli uomini delle volanti che hanno raggiunto la zona, chiamati da alcuni passanti che avevano assistito alla discussione animata. Sembra che Giancotti si fosse convinto che la sua compagna fosse morta, i poliziotti hanno seguito a distanza l’uomo che continuava a minacciare di uccidersi, cosa che ha fatto qualche centinaio di metri più in là, all’angolo con corso Galileo Ferraris, quando si è sparato un colpo alla testa.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!