Usa, uomo barricato in un market di Hollywood uccide una donna, poi s’arrende

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Paura ad Hollywood, dove un teenager armato è entrato in un supermercato della catena Trader Joe’s nell’area di Silver Lake alle porte di Los Angeles e ha tenuto in ostaggio almeno 20 persone (40 secondo alcuni testimoni) per ore prima di arrendersi. Una donna presa in ostaggio è stata uccisa.

L’episodio sarebbe nato da una lite di famiglia ed agli investigatori è apparso subito chiaro che non si trattasse di terrorismo. Tutto è iniziato con i colpi esplosi dal giovane afroamericano contro due donne, la nonna e la fidanzata, la prima in condizioni critiche la seconda ferita in maniera lieve.Poi l’uomo è fuggito e la corsa della sua auto è terminata contro un palo nella zona di Silver Lake davanti a uno dei punti vendita di Traders Joe’s, una delle catene di supermarket più popolari in America.

E’ seguito uno scambio di colpi di arma da fuoco con gli agenti e il fuggi fuggi generale della gente terrorizzata nel market affollato di sabato pomeriggio. I testimoni raccontano i clienti intenti a fare la spesa gettatisi a terra per proteggersi, mentre le tv mostravano molte persone, anche bambini, tratti in salvo dalla polizia e dai vigili del fuoco dalle finestre dell’edificio.

La situazione ha tenuto l’intero Paese in ansia per ore, ed anche il presidente Donald Trump – nella sua residenza di Bedminster, in New Jersey, per il fine settimana – ha twittato spiegando di seguire da vicino gli sviluppi della vicenda.

Dopo ore di trattative il giovane armato, rimasto ferito ad un braccio durante la sparatoria con gli agenti della polizia di Los Angeles, si è arreso e si è ammanettato da solo prima di essere arrestato. Tutti gli ostaggi sono usciti sani e salvi tranne una ragazza uccisa da uno dei colpi esplosi. Gli investigatori stanno ora indagando per capire l’esatto movente del gesto del ragazzo.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!