Minaccia di darsi fuoco davanti alla caserma per riavere la patente: salvato dai carabinieri

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La caserma dei carabinieri di Thiene

Poteva trasformarsi in tragedia, se non ci fosse stato l’intervento immediato di tre carabinieri, il gesto di un 55enne di Marano Vicentino, intenzionato a darsi fuoco davanti alla caserma dei Carabinieri in via Lavarone a Thiene.

Il tutto è accaduto verso le 16: l’uomo, giunto in bicicletta, si è rovesciato addosso un’intera tanica di benzina e, accendino in mano, si stava per dare fuoco. Motivo del folle gesto: la pretesa di vedersi restituita la patente di guida, ritirata il 25 ottobre scorso per guida in stato di ebbrezza. “Sono stanco di andare in giro in bicicletta” ha urlato ai militari.

Il piantone ha chiamato subito due colleghi e insieme hanno impedito al maranese – disoccupato, con un grave e conclamato problema di dipendenza da alcol che aveva portato le forze dell’ordine più volte a ritirargli la patente – di mettere in atto le sue intenzioni: l’uomo era già completamente bagnato di benzina e aveva in mano l’accendino, pronto a darsi fuoco.

Il militare di servizio alla caserma, grazie ad una particolare attenzione, è riuscito a rendersi subito conto della gravità della situazione ed ha allertato immediatamente gli altri due colleghi presenti, che non hanno esitato a bloccare l’uomo con una coperta per poi cospargerlo di acqua. L’uomo è stato soccorso dai sanitari del 118 ed è stato accompagnato nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Santorso.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!