Cinquantenne fa coppia con una tredicenne (con il consenso della famiglia): arrestato

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

A salvare un’ingenua e innamorata 13enne sarebbe stato un vicino (o una vicina) di casa, una persona insospettita nel vedere la figlia dei dirimpettai andare a passeggio e intrattenersi con un uomo adulto, di mezz’età, come fossero una normale coppia. Una segnalazione raccolta dai carabinieri di Thiene che, su ordine del Tribunale di Vicenza, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di arresto e custodia cautelare nei confronti di un 50enne residente nel Bassovicentino. Pesantissima l’accusa: atti sessuali con minore. Con l’ipotesi di un coinvolgimento indiretto dei genitori nella vicenda, secondo i militari dell’Arma a conoscenza del legame (non solo?) sentimentale tra la ragazzina e il distinto signore, italianissimo, così come la famiglia della vittima, dipinta come un normale nucleo familiare, ben inserito e senza problemi economici.

Le indagini, tutt’ora in corso, andavano avanti da un mese. Fino all’intervento avvenuto ieri nel tardo pomeriggio: riscontri tecnici, intercettazioni e pedinamenti operati dai carabinieri avrebbero confermato i sospetti peggiori. Pochi i dubbi sulla vicenda e sulle reali intenzioni dell’adulto e pertanto urgente la necessità di intervenire per porre fine alla relazione proibita e illecita per la legge italiana. Da valutare la posizione della famiglia di appartenenza dalla giovanissima, che risiede in una località dell’Altovicentino.

Secondo la versione delle forze dell’ordine, che non forniscono in questi casi ulteriori dettagli a tutela della minore, emerge un particolare incredibile: il rapporto sarebbe stato già conosciuto e appoggiato dai familiari della ragazzina, ai quali è sembrata normale la frequentazione da “morosi” di due. L’uomo, incensurato, era entrato in contatto con la giovane dopo aver eseguito alcuni lavori presso l’abitazione. L’indagato si trova ora agli arresti domiciliari nella sua abitazione. Il giudice dovrà decidere se vi sono conseguenze anche per i genitori della ragazza.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!