Serie A1 Hockey pista. Breganze sugli scudi, battuta la capolista

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Foto Elisa Ercego

Protagonista indiscusso della 21esima del massimo campionato italiano di hockey pista è il Faizanè Lanaro Breganze di capitan Mattia Cocco, che sconfigge con un 4 a 1 perentorio la capolista Lodi. Grande prestazione dei rossoneri, in un PalaFerrarin che registra una buona presenza di pubblico, che si interroga sui rumours di mercato che sembrano trapelare. La società il giorno dopo la partita smentisce possibili avvicendamenti di panchina per la stagione a che venire, ma rimangono nell’aria le voci che vedrebbero almeno uno, o addirittura due assi di briscola in direzione della patria del torcolato per il campionato prossimo.

Il ruggito del Breganze
La partita: primo tempo che finisce con un atipico 0 a 0, con un palo colto con un notevole gesto tecnico del funanbolo iberico Gimenez. Nella ripresa si schioda il risultato. La prima rete a dire il vero provoca le proteste dei lumbard, in quanto uno dei due arbitri fischia, non si sa cosa precisamente, una frazione di secondo prima che Vives la metta dentro. Pareggio dei giallorossi di Resende con Platero, in power play. Ma è la deviazione volante di Romeo D’Anna, che già aveva castigato il Forte dei Marmi all’andata, a segnare la partita. Due a uno e Breganze che può andare negli spazi. E negli spazi arriva il 3 a 1, con una giocata esemplare Cocco-Gimenez-Vives che taglia l’intera pista e permette a quest’ultimo di mettere la pallina alle spalle del portiere lodigiano. Infine è il gol del capitano Mattia Cocco a chiudere definitivamente la partita. Una nota di rilievo sicuramente per il portiere, Bruno Sgaria, per Romeo D’Anna, capace di spostare l’inerzia della gara nel momento decisivo, e sicuramente per il capitano Mattia Cocco, sempre più fondamentale ed insostituibile per il team rossonero.

Le altre vicentine
Grande vittoria del Bassano che sconfigge il Cgc per 5 a 3 dopo essere stato in svantaggio per 3 a 1 ed aver subito l’espulsione definitiva di Amato. I giallorossi di Marzella si confermano in sesta posizione a pari merito con il Monza, a 4 punti dall’attuale quinta, ovvero il Follonica e a meno sei dai cugini del Breganze. E fra due settimane sarà super derby fra rossoneri e giallorossi in quel di Breganze.
Rientra caparbiamente in zona playoff il Trissino, che sconfigge i pugliesi del Giovinazzo per 7 a 5. E per una squadra della vallata che sale eccone una che scende. Cade, e male, il Valdagno in quel di Sarzana. 6 a 3 il risultato finale per i “sarzanelli” del presidente Corona, che con questa vittoria mettono una ipoteca sulla salvezza, ma nello stesso tempo estromettono, almeno temporaneamente i biancoazzurri valdagnesi dalla griglia playoff, visto appunto che i ragazzi di Vanzo vengono superati, anche se di un solo punto, dai cugini del Trissino. E anche qua, alla terz’ultima giornata, rimane da giocare il superderby fra Valdagno e Trissino, che mai come quest’anno potrebbe essere decisivo per la conquista di un posto nei playoff.
Il Sandrigo cade a Follonica dove perde 7 a 3, e ora a sole cinque giornate dalla fine si fa quanto mai ardua l’impresa di riuscire a conquistare la salvezza.

Sabato sera Breganze di scena in quel di Giovinazzo, in un incontro che evoca storici successi, e con la speranza di non buttare via con i pugliesi in lotta per la salvezza quanto di buono fatto sabato sera contro la capolista Lodi. Bassano di scena nella vicina Emilia in quel di Correggio, Trissino al cospetto di un Lodi che sarà sicuramente arrabbiato, Sandrigo in casa contro il Monza per mantenere viva la speranza e Valdagno anch’esso in casa nel match contro Follonica per dimostrare che a Sarzana è stato un incidente di percorso.

La serie A2
In A2 sorpasso del Thiene in classifica ai danni della Roller Bassano, grazie alla vittoria nello scontro diretto vinto a punto per 7 a 6 dai gialloblù. Vince anche il Montecchio Precalcino sul Molfetta per 6 a 5 consolidando il quarto posto in classifica. Sabato sera Montecchio di scena a Pordenone, Thiene scende a Eboli, con la speranza di non fermarsi, e Roller riceve la capolista Scandiano, per un incontro che dovrebbe richiamare il pubblico delle grandi occasioni all’area Caneva.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!