Putin-Trump, faccia a faccia di oltre due ore a Helsinki: “Inizio molto buono”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Storico vertice Usa-Russia nel palazzo presidenziale di Helsinki. Il faccia a faccia tra Donald Trump e Vladimir Putin è durato poco più di due ore. Appena terminato il colloquio privato il presidente statunitense ha detto: “Credo sia un buon inizio, un inizio molto buono”. La durata prevista era di 90 minuti, ma il vis-a-vis è allungato di altri 40 minuti.

Il colloquio è stato preceduto da alcune dichiarazioni ai giornalisti e da una stretta di mano: “E’ bello essere qui con te”, ha detto Trump a Putin. “Non siamo andati molto d’accordo negli ultimi anni, ma credo che avremo un buon rapporto in futuro: andare d’accordo con la Russia è una cosa positiva, non negativa”, ha esordito il tycoon aggiungendo: “Il mondo ci sta osservando”.

Il leader del Cremlino ha invece esordito dicendo: “è arrivata l’ora di parlare in maniera particolareggiata dei nostri rapporti bilaterali e dei punti nevralgici internazionali, ce ne sono parecchi”. I due leader hanno anticipato di avere “un gran numero di temi di cui dobbiamo discutere, a partire dal commercio, questioni militari, missili e nucleare, nonché questioni legate alla Cina”.

E mentre il summit procede con le delegazioni, nel formato colazione di lavoro, centinaia di manifestanti sfilano per il centro di Helsinki intonando slogan contro Trump e Putin. I dimostranti alzano cartelli per chiedere la liberazione delle componenti della band Pussy Riot, che ha rivendicato l’invasione di campo alla finale dei Mondiali, o di sostegno alla cancelliera Angela Merkel. “Fascisti andate a casa!”, hanno urlato più volte i contestatori.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!