Mattarella: “Nessun segnale per un voto anticipato. Elezioni a inizio primavera”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
In visita ufficiale in Canada, Sergio Mattarella ha provato a sgombrare il campo dagli equivoci a proposito delle prossime elezioni politiche.
Il presidente della Repubblica, in un’intervista esclusiva rilasciata all’agenzia Bloomberg, ha detto: “La scadenza naturale della legislatura è fine febbraio. E la data naturale del voto è tra febbraio e inizio primavera. Naturalmente è sempre possibile che si creino condizioni per elezioni anticipate. In questo momento non ci sono segnali di questo genere, per cui è probabile che si vada a scadenza naturale”. Poi sulla legge elettorale con cui andare al voto, il capo dello Stato ha precisato: “Mi auguro che si trovi una omogeneità tra quelle oggi in vigore per le due Camere. Spero che in questi mesi di attività parlamentare sarà possibile approvare una legge elettorale buona”
 
Il Presidente della Repubblica sul salvataggio delle banche italiane da parte di Palazzo Chigi. Sergio Mattarella, ai microfoni di Bloomberg, ha affrontato anche la questione salvataggio di Stato degli istituti di credito veneti e di Mps, dicendo: “Quella del governo è un’operazione di grande sagacità. Il governo le ha messe al sicuro e si tratta di misure che hanno un costo ridotto per l’Italia, equivalente all’1% del Pil, un impegno contenuto”.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!