Salvini ricuce con Berlusconi e Meloni: l’allarme del M5S

Vertice del centrodestra a Palazzo Grazioli. Berlusconi, Salvini e Meloni tornano uniti per le Regionali d’autunno. “Se volete sapere il mio pronostico, sono sicuro che in un futuro non lontano il centrodestra tornerà al governo e alla guida del paese per la fortuna dell’Italia e degli italiani che usciranno abbastanza presto dall’ubriacatura che si sono presi nei confronti dei Cinque stelle”. A parlare così è Silvio Berlusconi parlando all’uscita da Palazzo Grazioli dopo il vertice con i leader della Lega e di Fratelli d’Italia.

Rilanciano anche Salvini e Meloni. “Da questa riunione esce la garanzia che il centrodestra è unito, funziona e non solo esiste ma anche resiste”. Un’intesa, quella appena ritrovata nel centrodestra, che allarma il M5s, tanto che la Lega deve confermare l’alleanza per il governo. “Il governo Lega-5Stelle lavorerà, e bene, per tutti i cinque anni previsti, rispettando punto per punto il contratto di governo e la voglia di cambiamento degli Italiani” ha scritto in una nota il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti.

Ma slitta a lunedì il Consiglio dei ministri per i decreti su migranti e sicurezza proposti dal responsabile del Viminale. Tensione sul reddito di cittadinanza: “Solo agli italiani” dice la Lega. Sulla manovra il ministro dell’economia, Giovanni Tria, esclude l’aumento dell’Iva e conferma “interventi graduali per tenere i conti in equilibrio”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!