Riuscito il rilancio della Scalcerle: nella scuola del centro tornano gli italiani

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'assessore all'istruzione Gabriella Strinati con il dirigente scolastico Francesco Crivellaro

I bambini italiani tornano ad iscriversi alla scuola primaria Scalcerle di Thiene. Dopo che nel settembre scorso era stata avviata una sola prima, per di più composta interamente da alunni di altre nazionalità, nell’anno scolastico 2018-2019 saranno due le classi prime che prenderanno il via, per un totale di 42 bambini, due terzi dei quali italiofoni. Un risultato che lascia molto soddisfatti sia i docenti e il dirigente Francesco Crivellaro, che il comitato genitori e l’amministrazione comunale. Tutti infatti non hanno lesinato il loro impegno per rilanciare la storica scuola elementare del centro di Thiene.

Nell’anno scolastico 2017-18 infatti i 28 bambini iscritti in prima avevano tutti stranieri, mentre sul totale dei 250 alunni della scuola i figli di famiglie immigrate (quasi sempre nati in Italia) erano più del 30%. “Devo ringraziare il comitato dei genitori della Scalcerle, che si è speso moltissimo ed è sempre stato al nostro fianco nel lavoro di rilancio di questa scuola, facendo conosce la sua proposta didattica, e l’amministrazione comunale che ha investito risorse perché questo potesse avvenire” spiega il dirigente scolastico, Francesco Crivellaro. Per raggiungere questo obiettivo, infatti, l’amministrazione ha messo sul piatto 20 mila euro nell’ultimo bilancio e la scuola ha ampliato l’offerta formativa, introducendo – entro la fine di quest’anno – un percorso di animazione musicale e uno di insegnamento delle lingue straniere.

Le risorse comunali hanno consentito invece di dotare tutte le classi della lim, la lavagna multimediale, e di proporre il nuovo servizio di doposcuola al quale al momento si sono iscritti 28 bambini ma che si spesa possano aumentare. “C’è stata una fortissima collaborazione fra amministrazione comunale e istituto comprensivo – sottolinea l’assessore Gabriella Strinati – e il risultato di oggi non è scontato, perchè per raggiungerlo sono serviti molto lavoro e risorse. Ne è un esempio il nuovo servizio di doposcuola, dove il Comune si è impegnato a intervenire qualora ci siano famiglie che necessitano di un aiuto”.

Ora, a iscrizioni per il prossimo anno scolastico chiuse, per l’Istituto Comprensivo di Thiene è il momento di lavorare alla formazione delle classi prime per definire l’organico dei docenti. Ecco nel dettaglio i dati sulle nuove iscrizioni alle scuole dell’obbligo pubbliche thienesi.

Scuola dell’infanzia 

Le domande presentate per accedere alla scuola dell’infanzia “M. Amatori” sono state complessivamente 67, di cui 3 anticipatari (cioè di bambini che al 31 dicembre
2018 non avranno compiuto i 3 anni di età) e 6 domande pervenute fuori termine.
La scuola potrà dare risposta a 58 famiglie: non ci potrà essere disponibilità
per quelle che hanno presentato la domanda fuori termine e per gli anticipatari si
prospetta, dunque, una lista d’attesa per una decina di bimbi.

Scuola primaria

Per quanto riguarda la scuola primaria le iscrizioni alle classi prime si sono
distribuite in questo modo: 42 alunni alle “Scalcerle”, 63 alle “Collodi”, 56 alle “Talin” (di cui 39 al tempo pieno e 17 al tempo normale), 18 alle “Zanella” (Lampertico) e 18 al plesso “S.G.Bosco” di Rozzampia.

Scuola secondaria di I° grado

I dati segnano una notevole crescita rispetto allo scorso anno nel numero degli iscritti alla prima media: in totale 206 (16 in più rispetto allo scorso anno). Di questi 26 sono già stati ammessi alla sezione dell’indirizzo musicale, dopo lo svolgimento dei test attitudinali nello scorso mese di febbraio (erano 36 quelli che hanno presentato domanda, la selezione è avvenuta in base alle attitudini musicali dei ragazzi).

Ascolta il Radiogiornale di oggi!