Referendum autonomia del Veneto: vademecum per il voto

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Il Quesito
“Vuoi che alla Regione del Veneto siano attribuite ulteriori forme e condizioni particolari di Autonomia?”
E’ questo il quesito al quale saranno sottoposti gli elettori veneti domenica 22 ottobre, in occasione del referendum consultivo per l’autonomia del Veneto.

Dove e quando si vota?
I seggi saranno aperti dalle 7 di mattina alle 23 in tutte le 4.739 le sezioni allestite nei Comuni del Veneto, di cui 47 negli ospedali. Tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali dei comuni della Regione possono partecipare alla votazione presentandosi ai seggi indicati nella propria tessera elettorale.

Come si vota?
Per esercitare il diritto di voto è sufficiente presentarsi al seggio muniti di idoneo documento di riconoscimento. Qualora l’elettore non sia in possesso della tessera elettorale è possibile rivolgersi all’Ufficio elettorale del proprio Comune, anche durante le giornate di sabato 21 e domenica 22 ottobre, per ottenere la comunicazione della sezione elettorale di appartenenza presso cui votare e del relativo indirizzo. Per votare quindi non è necessario essere muniti di tessera elettorale, basta un documento d’identità.
Dato che il Ministero dell’Interno e le Prefetture Venete hanno deciso la non obbligatorietà della tessera elettorale per la votazione, per certificare quest’ultima i seggi rilasceranno ad ogni votante un attestato di avvenuta votazione.

I Veneti all’estero possono votare?
I Veneti che sono emigrati all’estero e che sono iscritti all’AIRE possono votare. Per farlo dovranno, tuttavia, rientrare necessariamente in Italia e recarsi personalmente al seggio.

C’è quorum?
Si. Sia partecipativo (deve votare almeno il 50+1 degli aventi diritto) che deliberativo (“Si” a maggioranza dei votanti).

Ascolta il Radiogiornale di oggi!