Forno crematorio “spento” per un mese. Ceneri in trasferta per il caro estinto

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Chi, nel dettare le proprie ultime volontà, avesse espresso il desiderio di farsi cremare prima del “lungo viaggio” verso l’eternità, dovrà compierne anche uno – più breve – fuori provincia (o addirittura regione). Il forno crematorio sito nel Cimitero Maggiore del capoluogo berico, infatti, chiuderà i battenti per alcune opere di manutenzione necessarie della durata di un mese, durante il quale rimarrà di fatto inservibile. A partire da lunedì prossimo e fino a metà maggio. I lavori riguarderanno il rifacimento dell’isolamento e del rivestimento interno dell’impianto.

A partire dal 16 aprile il forno sarà dunque spento e sarà dato il via all’intervento non più procrastinabile nel tempo. L’attività sarà sospesa nelle previsioni per quattro settimane, le operazioni si svolgeranno più celermente possibili: predisposti più turni operativi nel corso dei giorni feriali e festivi, domeniche comprese. Questo per limitare il disagio da parte degli utenti dell’impianto destinato ad accogliere le salme dei defunti e restituirne le spoglie sotto forma di ceneri alla famiglie.

L’operazione, come da programma manutentivo inizialmente prevista per l’estate, ha dovuto essere anticipata in considerazione dei raggiunti limiti di utilizzo della struttura. Per ovviare al fermo impianto, Aim Amcps ha predisposto un articolato piano di gestione del periodo transitorio, tenendo conto delle esigenze di cremazione derivanti dalle richieste dei residenti a Vicenza e dei comuni convenzionati, oltre al resto della provincia. Un servizio che riguarda un bacino di circa 300 mila vicentini, con una stima di 2 mila 400 cremazioni all’anno.

La continuità del servizio, nonostante la carenza di strutture nel territorio servito, sarà assicurata in forza di alcune convenzioni stipulate con impianti analoghi siti nei comuni di Spinea, Verona, Mantova, Ferrara e Bologna. Aim Amcps assicura che manterrà inalterate le tariffe in essere per il servizio di cremazione (già di per sè tra le più economiche del Veneto) nonostante l’incremento dei costi per l’azienda. Per ogni chiarimento o necessità, AIM Amcps mette a disposizione il numero telefonico 0444.305275, nonché lo sportello del Cimitero Maggiore.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!