Proteste migranti. Prima Noi presenta esposto in Prefettura

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Dopo la protesta ad opera di un gruppo di migranti andata in scena ieri davanti alla Prefettura a Vicenza, il comitato Prima Noi ha annunciato che presenterà un esposto al Prefetto per “avere dei chiarimenti sulle proteste di questi giorni e per sapere se sono stati presi provvedimenti penali nei confronti dei promotori, italiani o stranieri che siano”.

“L’ennesima protesta di un gruppo di richiedenti asilo, dopo che una settimana fa altri migranti erano scesi in strada in viale Milano per le medesime rivendicazioni sul pocket money giornaliero, sta facendo emergere una regia politica sostenuta da soggetti nostrani che aizzano i sedicenti profughi per i loro fini politici – scrive Prima Noi – proteste che per il comitato risultano essere controproducenti per gli stessi immigrati in quanto assumono un carattere pretestuoso nei toni e odioso nelle rivendicazioni”.

Per il comitato, la presenza in Prefettura di esponenti del centro sociale Bocciodromo, è la dimostrazione che esiste una regia politica. “Sarebbe utile sapere – spiega il portavoce Alex Cioni- se tutte queste manifestazioni sono state preavvisate per tempo agli organi di polizia, o se inversamente sono scattate delle denunce per la violazione dell’art. 18 del Tulps, così come accade per i cittadini italiani. Per questo presenteremo un esposto al Prefetto per avere dei chiarimenti sulle proteste di questi giorni e per sapere se sono stati presi provvedimenti penali nei confronti dei promotori, italiani o stranieri che siano”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!