Violento incendio alla Pieve: impegnate cinque squadre di vigili del fuoco

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Un violento incendio sta divorando la copertura della nuova chiesa dei frati di Chiampo, intitolata a Beato Claudio, che sorge a fianco della ricostruzione della Grotta di Lourdes. I vigili del fuoco sono in azione da poco prima di mezzogiorno in via della Pieve: le fiamme hanno avvolto la copertura, divorando le travi in legno sottostanti alle lamiere in rame. Le operazioni sono rese più difficili dalle alte temperature.

Sul posto sono all’opera per questo ben cinque squadre dei vigili del fuoco da Arzignano, Lonigo, Vicenza e Verona. 22 gli operatori impegnati con tre autopompe serbatoio, due autobotti, un’autoscala. Le fiamme sono divampate poco prima delle 11. Ieri sul coperto della chiesa erano iniziati alcuni lavori e in particolare la posa di una guaina: pare che una scintilla sia scoccata nella zona dove si stava ponendo lo strato in bitume, scatenando l’inferno.

I pompieri stanno togliendo alcune lastre di rame della volta per poter spegnere le fiamme che salgono dalla parte inferiore, in legno, del soffitto della chiesa. Impossibile accedere alla chiesa per verificare la situazione all’interno della sala, invasa dal fumo e nella quale sono caduti ettolitri d’acqua. I danni potrebbero essere di parecchie decine di migliaia se non di centinaia di migliaia di euro. L’incendio è comunque sotto controllo, ma lo spegnimento richiederà ancora ore.

Sul posto per ore è rimasto anche il sindaco Matteo Macilotti e l’assessore Filippo Negro. Chi abita nei pressi della Pieve è stato invitato con il megafono dalla polizia locale a tenere chiuse porte e finestre, per evitare che il fumo invada le abitazioni.

I frati della Pieve hanno comunicato che le funzioni religiose si svolgeranno regolarmente, nella vecchia chiesa e nella Grotta del Beato Claudio.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!