Bollettino della polizia dei Castelli: sanzioni per alcool e prostituzione

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un appostamento degli agenti di polizia locale

Il comando di polizia locale dei Castelli “svela” il bollettino dei controlli dello scorso fine settimana, svolti nei territori di Montecchio Maggiore e Brendola. I numeri: 54 persone identificate, 26 veicoli fermati e 8 pubblici esercizi verificati. Due le guide in stato di ebbrezza accertate e sanzionate, altrettanti i clienti multati con 500 euro a testa in quanto colti in flagranza mentre contrattavano prestazioni di natura sessuale con prostitute transessuali. Con anche un’accoppiata da parte di un uomo sulla cinquantina evidentemente in cerca di emozioni forti.

Questo, in sintesi, l’esito di un week end di controlli ordinari finalizzati alla tutela della sicurezza dei cittadini, con particolare attenzione alla circolazione stradale e al degrado sociale lungo le famigerate “vie del sesso” a pagamento sulla direttrice Vicenza-Alte.

L’etilometro ha consentito di inchiodare lungo viale Trieste un 52enne residente nell’Altovicentino con un’accoppiata di infrazioni: alcolemia superiore di quasi tre volte al limite consentito di 0,50 grammi per litro e contrattazione di prestazioni sessuali in strada. Se ne è tornato a casa con una denuncia per guida in stato d’ebbrezza, ritiro della patente e multa di 500 euro sul groppone. Stesso quantitativo di bibite alcoliche nel sangue e analoghe sanzioni – ad eccezione dei 500 euro – per un anziano di 73 anni, residente nella zona, con denuncia e ritiro del permesso di guida.

Da aggiungere alla lista dei sanzionati un giovane della Valle del Chiampo, appartatosi con una persona di genere transessuale in via Sant’Antonio e un 48enne abitante in un comune limitrofo a Montecchio Maggiore. Quest’ultimo dovrà sborsare l’ingente somma di 5 mila euro in quanto, una volta fermato nel centro di Brendola, gli agenti lo hanno scoperto senza patente. Non per dimenticanza ma perchè il guidatore non l’aveva mai conseguita. Oltre alla pesante sanzione è scattato, come da norme del codice della strada, il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!