Scuola primaria cittadina “in trasferta” a Meledo dopo il crollo. Si riprendono le lezioni

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'edificio oggetto di sopralluoghi. Rimarrà chiuso al pubblico almeno fino a lunedì prossimo dopo la nuova ordinanza

La “carica” dei circa 100 alunni delle scuole primarie di Sarego si sposta nell’edificio della frazione di Meledo dopo due giorni di vacanza non previsti, in seguito al crollo di parte di un controsoffitto all’interno della scuola “Cesare Battisti”. L’episodio risale alla mattinata di lunedì, durante l’orario scolastico, senza che nessuno dei bambini delle elementari nè il personale interno fosse coinvolto.

Dopo l’ordinanza di chiusura per due giorni del plesso di via Busentin, firmata dal sindaco, e i sopralluoghi di verifica statica, si è deciso di riprendere le lezioni nelle aule messe a disposizione negli stabili che ospitano le scuole primarie e secondarie (medie) di Meledo. Un trasferimento temporaneo, ma senza previsione di data certa di rientro presso la sede “originale”. Della vicenda è stata informata e aggiornata la prefettura.

Dislocate su altri due plessi periferici dell’Istituto Comprensivo “Muttoni-Galilei”, quindi, le cinque classi costrette a traslocare in attesa che si concludano le operazioni nella sede del centro cittadino, oltre ai lavori di ripristino dei due “quadrotti” staccatisi dal soffitto interno di un salone a utilizzo misto e finiti sul pavimento. Le classi terza, quarta e quinta hanno trovato ospitalità presso la scuola elementare, i baby scolari di prima e seconda invece nelle aule di arte e polivalente delle “medie”.

Il danno alla “Battisti”, nel frattempo, sembra di piccola entità e basteranno pochi giorni di lavoro da parte dei muratori di una ditta specializzata per ripristinare lo status quo precedente. Più importante e impegnativa l’opera di supervisione di tutti i solai esistenti, per scongiurare che cedimenti simili si ripetano in futuro, lavoro questo in corso d’opera dopo una prima valutazione tecnica eseguita all’indomani del crollo. Ai tecnici comunali con il supporto degli ingegneri edili incaricati il compito di chiudere la vicenda, togliendo ogni punto interrogativo residuo e soddisfare di conseguenza le richieste di sicurezza da parte delle famiglie seraticensi.

Già adattata alle nuove esigenze provvisorie la linea dell’autobus che accompagna gli alunni a scuola, mentre per chi provvede autonomamente l’itinerario da percorrere muta sensibilmente di una manciata di chilometri. La nuova ordinanza del sindaco Roberto Castiglion ordinanza emessa ieri ha prorogato la chiusura dell’edificio sotto esame fino a lunedì 12 ottobre: “l’amministrazione in accordo con la dirigenza scolastica ha già predisposto un piano temporaneo di dislocamento degli alunni presso altri edifici scolastici e spazi nella disponibilità dell Comune. La chiusura è finalizzata all’acquisizione delle risultanze relative alle ispezioni e verifiche al fine di predisporre le operazioni di messa in sicurezza e di relativi lavori di ripristino”.