Ritrovato sano e salvo il 51enne disperso a Cima Dodici

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Ore 13. È stato ritrovato, e sta bene, l’escursionista vicentino non rientrato ieri da una camminata verso Cima Dodici. Durante la perlustrazione mirata a verificare malghe ed edifici, a mezzogiorno una pattuglia dei carabinieri forestali lo ha individuato a Malga Meatta (Comune di Roana), abbastanza fuori via rispetto alla zona di ricerca primaria. I soccorritori lo stanno riaccompagnando al campo base. Erano presenti il Soccorso alpino di Asiago, Arsiero, Recoaro – Valdagno, Borgo Valsugana, Vigili del fuoco, Carabinieri forestali. Questa mattina era intervenuto anche un elicottero dell’aeronautica per il trasporto delle squadre in quota e per sorvolare l’area.
Ore 8,30. Ieri sera attorno alle 22  il Soccorso alpino di Asiago è stato allertato per il mancato rientro di un escursionista, V.P., 51 anni, di Isola Vicentina (VI), partito dal Rifugio Larici alle 13.20, diretto a Cima Dodici e non raggiungibile al cellulare.
Le squadre sono state fuori nella notte per visionare la sentieristica. Verso le 2 l’elicottero del 118 di Trento ha sorvolato con i visori notturni il tragitto in cresta andata e ritorno.
Stamattina alle 5.40 l’elicottero di Trento ha portato in quota i soccorritori sbarcandoli sul sentiero che porta a Casara Trentin e a Cima Portule, per poi ridiscendere per Bocchetta Portule e Porta Renzola. In supporto il Soccorso alpino di Padova e Recoaro – Valdagno. Portate in quota anche le squadre di Borgo Valsugana per perlustrare il versante trentino.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!