Più di 300 in fila per il giovane malato di una grave patologia del sangue

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Donatori in fila per tipizzarsi (immagine di archivio)

Sono state più di 300 le persone che questo pomeriggio hanno risposto all’appello dell’associazione donatori di midollo osseo, presentandosi all’oratorio salesiano di Schio. Una lunga fila di volontari che si sono messi in fila per trovare un donatore di midollo osseo compatibile al 17enne studente di Caltrano che soffre di una grave patologia del sangue.

L’incontro per trovare un donatore compatibile è stato organizzato da Admo Vicenza, che da tempo segue il ragazzo malato di una aggressiva forma di malattia del sangue. Per il giovane c’è solo una speranza: trapianto di midollo osseo. Per alimentare le speranze di guarigione del giovane quindi Admo aveva organizzato per questo pomeriggio, dalle 14.30 alle 18, un pomeriggio solidale e informativo. L’appello era rivolto alle persone tra i 18 e i 35 anni con un peso superiore ai 50 chilogrammi e non affetti da malattie del sangue. Presentarsi per un prelievo utile alla tipizzazione, con la speranza di trovare un soggetto che possa donare il suo midollo osseo al 17enne che lotta per la vita.

Ebbene Schio e dintorni hanno dimostrato di avere veramente un cuore grande. “Abbiamo avuto più di 300 persone che sono venute a fare le analisi – hanno detto i promotori – un afflusso costante per tutto il pomeriggio”. Attorno alle 18 infatti c’erano ancora tante persone in fila per farsi analizzare, con il desiderio di rendersi utili per lo sfortunato ragazzo.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!