Terme Recoaro, vince il bando di gestione l’azionariato diffuso locale

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Importante svolta per le terme di Recoaro. Gli storici stabilimenti termali sono stati infatti dati in concessione alla società Terme di Recoaro Spa, con struttura ad azionariato diffuso composta da privati recoaresi. Il progetto presentato è stato giudicato il migliore tra i cinque pervenuti in Regione.

Il bando di gara era stato emanato dalla Regione, proprietaria dell’area, a gennaio, con l’obiettivo di affidare una concessione biennale dei servizi di gestione, custodia e valorizzazione del bene. Cinque le manifestazioni di interesse pervenute a Venezia. Fra queste ha avuto la meglio la società Terme di Recoaro spa, presieduta da Alberto Camposilvan e ad azionariato diffuso, che avrà il delicato compito di risollevare lo storico complesso termale, da anni in uno stato di crisi fra chiusure a singhiozzo e strutture che necessitano urgenti opere di ristrutturazione.

Il contratto, di durata biennale, prevede la gestione di tutto il percorso di cura termale, la coltivazione delle sorgenti, l’attivazione di tutti i servizi aggiuntivi, turistici e culturali, necessari per favorire il rilancio economico dell’area.

“Già dai prossimi mesi – ha detto il vicepresidente della Regione Veneto Gianluca Forcolin – sarà quindi possibile dar corso a tutte le iniziative necessarie per la riqualificazione dell’area, garantire la realizzazione dei più urgenti interventi di manutenzione delle fonti e al tempo stesso attivare tempestivamente ed efficacemente le necessarie attività promozionali, indispensabili in vista della prossima stagione turistica”.