Thiene al Centro candida l’impegno nel volontariato e nelle comunità. 8 su 14 sono donne

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
?

Continua a Thiene la presentazione delle liste in vista delle elezioni amministrative dell’11 giugno.  L’ultima in ordine di tempo ad aver presentato nomi e programma è la lista Thiene al Centro, capolista l’attuale assessore allo sport, innovazione e aeroporto Giampi Michelusi. Una lista molto “rosa”, visto che le candidate son ben 8 su 14, e che si caratterizza per essere composta da persone diverse per età, contesti e professioni, ma tutte caratterizzate da un bagaglio di esperienze nell’ambito del volontariato, dei quartieri, delle associazioni, dei gruppi, delle parrocchie e dei comitati genitori. Persone, insomma, che si sono già contraddistinte, come dicono loro stesse, “nel realizzare il bene comune all’interno dell’ambiente in cui viviamo e operiamo”.

“La nostra lista non ha connotati politici, non abbiamo segretari di partito a cui rispondere. Condividiamo il programma elettorale del candidato sindaco Giovanni Casarotto –  spiega Michelusi a nome del gruppo – che ha dimostrato, in questi cinque anni, di amministrare la città con onestà, competenza, serietà e con una grande apertura al dialogo verso tutte le categorie sociali. Appoggiamo il suo indiscusso operato e, grazie alla conoscenza del territorio e dei bisogni delle persone, vogliamo fin da subito promuovere attivamente le proposte e le idee, attuali e future, richieste dai thienesi. Il desiderio di lavorare esclusivamente per la comunità e per il bene di tutti, mettendo da parte ambizioni personali e antagonismi, contraddistingue la nostra così come tutte le liste a sostegno del Sindaco Giovanni Casarotto”.

Con lo slogan “La forza dell’unione per continuare insieme”, Thiene al Centro annuncia già di voler proseguire il suo operato anche dopo le elezioni, indipendentemente dal loro esito. “Siamo consci – prosegue Michelusi – che un’amministrazione comunale è ormai un ente titolato a gestire tutte le necessità e le emergenze, in realtà di competenza di altre istituzioni, ma puntualmente delegate al Governo della città. I problemi relativi al sociale, all’immigrazione, alla sicurezza, all’istruzione, all’economia, alle dipendenze dal gioco, sono solo alcuni di quelli il cui controllo ricade immancabilmente sul Comune. Il dramma economico, costituito dall’azzeramento dei risparmi di una vita di migliaia di cittadini causato dalla crisi di alcuni istituti di credito, così come il calo demografico, l’aumento di persone anziane e bisognose di assistenza, i fondi sempre più esigui riservati alla disabilità, la perdita di lavoro di persone in età avanzata, sono alcune tematiche che dovranno essere attentamente valutate e gestite per il bene della collettività”. Grande attenzione ai temi sociali e alla quotidianità delle persone, più che a progetti roboanti, quindi, caratterizzano i 14 candidati alla carica di consigliere comunale di questa lista.

Con un occhio però anche alle esigenze del tessuto economico: “Un’amministrazione comunale – prosegue il capolista – concreta deve saper gestire queste materie, deve supportare l’economia delle proprie aziende, del commercio, deve dare risposte concrete alle istanze della comunità per migliorare la qualità della vita considerata in tutti i suoi ambiti, rendendo Thiene città appetibile, vivace e bella da vivere”.

Ultimo aspetto a cui vuole richiamarsi Thiene al Centro: la correttezza. “Questa campagna elettorale amministrativa – spiega Ilario Barbieri, consigliere comunale uscente – si preannuncia molto vivace e combattuta; per noi è importante dimostrare, con i fatti, il massimo rispetto per tutti i candidati, nella speranza che non venga meno, da parte di nessuno, il rispetto dei principi della democrazia conquistata con grandi sacrifici dai nostri padri”.

Oltre a Michelusi e Barbieri, in lista ci sono Alberto Bonin, Marco Filippi, Claudia Ischia, Mariuccia Lain, Edoardo Manzardo, Elsa Maria Marsilio, Michele Panozzo, Maria Teresa Pernichele, Erika Reginato, Silvia Turra, Alessandra Valente e Vanna Verona.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!