Cinemachine – Dunkirk

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Dunkirk è un film del 2017 co-prodotto, scritto e diretto da Christopher Nolan.

Ambientato durante la seconda guerra mondiale, il film racconta dell’evacuazione di Dunkerque, città francese bretone che dà sul canale della Manica. Un episodio avvenuto nella primavera del 1940, quando l’esercito britannico e parte di quello francese si trovavano in una situazione disperata. 400mila soldati erano erano stati circondati dall’armata tedesca, che in brevissimo tempo si era quasi totalmente impadronita della Francia.

Davanti a questi soldati c’era l’esercito di Hitler, e dietro il mare del Canale della Manica. Per gli Alleati, abbandonare quei soldati avrebbe significato lasciare indifesi i grandi possedimenti coloniali britannici, che andavano dall’estremo oriente a gran parte dell’Africa, oltre che a subire una sonora sconfitta a guerra appena iniziata.

Cosa decise di fare il governo britannico per salvare quelle vite dalla cattura? Optò per evacuare i 400mila soldati attraverso le imbarcazioni della Marina Britannica e navi civili francesi requisite sulla costa. Un’operazione disperata se si considera che il tutto avvenne sotto il fuoco tedesco, ovviamente intenzionato a fare quanti più prigionieri possibili.

In tutto, nel corso di nove giorni di operazioni, 338 mila soldati furono portati in salvo, circa 240 mila britannici e altri 100 mila francesi. Più di 50mila rimasero prigionieri dei tedeschi. Furono affondate più di duecento imbarcazioni, tra cui decine di piccole barche di privati. L’esercito britannico si salvò ma dovette lasciare in Francia tutto il suo equipaggiamento. Lungo la strada seguita dall’esercito britannico in ritirata fino alle spiagge di Dunkerque, i tedeschi trovarono 2.400 cannoni, 20 mila motociclette, 65 mila veicoli di altro tipo, 75 mila tonnellate di munizioni e 147 mila di carburante.

Il film si conclude con il discorso che il primo ministro britannico Winston Churchill fece al Parlamento al termine delle operazioni di soccorso: è il discorso divenuto famoso come “We shall fight on the beaches”, “li combatteremo sulle spiagge”. Quel giorno Churchill riconobbe che quella che era avvenuta era una fuga in seguito a una sconfitta: ma fece capire che il Regno Unito non aveva intenzione di arrendersi e che avrebbe continuato a combattere i tedeschi fino alla fine del regime nazista.

Il film è stato distribuito il 21 luglio 2017 negli Stati Uniti e il 31 agosto in Italia.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!