Attacco alla metro di Londra: fermato un secondo sospetto

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La polizia britannica ha annunciato di aver arrestato un secondo sospetto per l’attacco alla metropolitana di Londra avvenuto venerdì. Si tratta di un 21enne, fermato nella notte nella zona di Hounslow, nella periferia occidentale della Capitale.
Un 18enne era già stato arrestato ieri nel porto di Dover, nel sud dell’Inghilterra. Secondo gli inquirenti si tratterebbe dell’esecutore materiale dell’attacco. In queste ore è emerso che era già stato fermato e rilasciato due settimane fa il ragazzo arrestato a Dover per l’attentato nella metro alla fermata Parsons Green, che ha causato 30 feriti. Il giovane che potrebbe essere l’autore materiale dell’attentato, sarebbe un ragazzo orfano, problematico, adottato da una coppia inglese nota per aver ospitato negli anni oltre 250 bambini senza genitori. La loro casa è stata perquisita nel pomeriggio di ieri. Secondo la testimonianza di una vicina di casa, Serena Barber,  intervistata dal Daily Mail che conosce la coppia che ospitava il ragazzo da una vita, “circa due settimane fa” il ragazzo “è stato arrestato dalla polizia a Parsons Green”, aggiungendo però di non conoscere i motivi dell’arresto. “Poi – ha ribadito – è tornato a casa”.
Intanto le indagini proseguono e sono già centinaia i militari britannici dispiegati in queste ore a protezione di obiettivi sensibili nell’ambito dell’operazione Tempora, annunciata dalla premier Theresa May dopo l’attentato e parallelamente all’innalzamento del livello di allerta nazionale a ‘critico’, che presuppone minacce d’altri attacchi imminenti.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!