Ha ucciso i genitori in Michigan: arrestato 19enne

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
È stato arrestato dalla polizia il 19enne, studente della Central Michigan University, che ieri ha ucciso i genitori che erano andati a prenderlo per lo “spring break”. Le autorità avevano diffuso una fotografia del giovane, nero, James Eric Davis Jr. originario dell’Illinois, chiedendo aiuto ai cittadini nella ricerca. Le telecamere di sicurezza hanno registrato immagini del ragazzo che si dava alla fuga a piedi.

Sono stati oltre 100 gli agenti di polizia, alcuni in uniforme mimetica, che hanno setacciato i quartieri vicino all’università dopo la sparatoria. Alla fine il ragazzo, James Eric Davis Jr. è stato arrestato senza incidenti. Lo studente è stato avvistato su un treno poco dopo la mezzanotte.

La sparatoria è avvenuta probabilmente al culmine di una lite. Il ragazzo, era stato dimesso un’ora prima dal MidMichigan Medical Center, dove era finito forse per un’overdose di droga. Il campus si trova a Mount Pleasant, nella contea di Isabella. L’università, che ha circa 20mila studenti, è a due ore da Detroit. Il padre era un agente di polizia. Le forze dell’ordine hanno definito la tragedia “una “questione familiare”. Non ci sono state altre vittime.

Altri allarmi per allarmi di stragi nelle scuole. Una ragazza di 13 anni e un ragazzo di 14 della Louisiana sono stati arrestati con l’accusa di procurato allarme per aver minacciato stragi a scuola sui social network. Lo stesso sceriffo della contea, ha detto di avere arrestato la scorsa settimana altri tre adolescenti, due ragazzi e una ragazza, con la stessa accusa.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!