Italia flagellata dal maltempo: morti e dispersi a Livorno. Bomba d’acqua su Roma

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Emergenza maltempo al Centro-Nord. Dopo tanta afa, Italia flagellata da un’ondata di maltempo che ora si sta spostando verso il Sud. Il dramma più grande si registra in Toscana, a Livorno: sette persone sono morte e un’altra risulta dispersa. Tra le vittime purtroppo c’è anche un bimbo di 4 anni, morto in un seminterrato insieme ai genitori e al nonno: quest’ultimo invece è morto dopo essere riuscito a salvare l’altra nipote. Un dramma nel dramma. Allagata la stazione dei treni, interrotta la Tirrenica. Nel Pisano salvate dai vigili del fuoco 4 ragazze bloccate in un sottopasso

Il drammatico appello del sindaco di Livorno. Filippo Nogarin è un primo cittadino disperato di una città in ginocchio: “La situazione è molto problematica, critica, spero non sia un disastro. Ha piovuto tantissimo, ci sono grosse difficoltà, sono esondati alcuni corsi d’acqua, vengono segnalati smottamenti a Montenero”. Successivamente, per il sindaco di Livorno, riunione d’emergenza convocata dal Prefetto al centro coordinamento soccorso, in una sede della Prefettura. Nel frattempo, su Twitter ha scritto: “Livorno è stata devastata dal maltempo come mai prima d’ora. In due ore stanotte sono caduti 250 mm di pioggia. Una bomba d’acqua più intensa di quanto lasciava presagire l’allerta meteo. Abbiamo chiesto lo stato di calamità”.

Livorno devastata in più zone. Si segnalano gravissimi danni soprattutto nella zona sud di Livorno, con scantinati e strade invase dall’acqua e auto spazzate via. La situazione più critica nei quartieri di Collinaia e Ardenza e Montenero, per l’esondazione di alcuni dei torrenti cittadini e il fango che ha invaso gli scantinati delle case. Persone sfollate nel quartiere di Salviano, mentre a Quercianella nella zona della stazione si è registrata una frana che ha interessato l’Aurelia. Sempre a Quercianella, evacuato un campeggio.

Bomba d’acqua su Roma. Strade allagate, rami e cavi caduti in città a causa della forte pioggia che sta interessando dalle prime ore del mattino la Capitale. Si segnalano allagamenti in varie zone: da via del Mare ai quartieri San Paolo e Nomentano. Chiusa temporaneamente via di Trigoria, all’altezza di via Giovanni Terranova, a causa della caduta di cavi elettrici. La Regione Lazio ha diramato per oggi l’allerta meteo per forti piogge e criticità idrogeologica su Roma. Il sindaco della Capitale Virginia Raggi ha invitato i cittadini a evitare, tranne emergenze, gli spostamenti in città fino a sera. Però Lazio-Milan non è stata rinviata ma solo posticipata di un’ora: dalle 15 alle 16. Decisione incomprensibile visti i rischi che ci sono.

Danni in Lombardia: Varese. Decine gli interventi dei vigili del fuoco in provincia di Varese a causa di alberi caduti e allagamenti dovuti ai temporali. La strada statale 336 che collega il basso Varesotto all’aeroporto di Malpensa, invasa dall’acqua in alcuni tratti, è rimasta chiusa per alcune ore. Il traffico poi è tornato a scorrere. E purtroppo, in generale, in tutta Italia, il bilancio di danni e vittime rimane ancora provvisorio.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!