L’uragano Irma dopo Cuba si abbatte sulla Florida: prime vittime alle Keys, paura a Miami [Esteri- Stati Uniti]

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

L’uragano Irma continua a far paura: dopo aver duramente colpito Cuba ed essersi rafforzato ritornando a categoria 4, ha raggiunto l’estremo Sud della Florida causando le prime vittime. Sono già 3 i morti. In un messaggio su Twitter il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, ha reso noto che tutte le forze in campo sono pronte a intervenire. “Che Dio benedica tutti”, ha aggiunto il capo della Casa Bianca. L’uragano intanto ha colpito Key West con venti di 215 chilometri orari e si dirige lentamente verso la costa ovest della Florida continentale, percorrendo 15 chilometri l’ora.

Le prime vittime in Florida. La Abc fa sapere che un uomo è deceduto nella contea di Monroe, a Key West, dopo aver perso il controllo di un camion che trasportava un generatore; a causa del vento forte. Altre due persone sono morte in un incidente stradale nella contea di Hardee, a circa 60 migli da Sarasota. Intanto la tempesta ha iniziato a flagellare Miami dove si registrano inondazioni.

Allarme altissimo. In mattinata, il centro meteo di Key West aveva lanciato un SOS dicendo: “Si tratta di una situazione estremamente pericolosa e mortale”. Al contempo è stato chiesto a chi non ha evacuato la propria casa di mettersi al riparo subito per salvare la propria vita. Inoltre, sul suo account Twitter, il centro meteorologico ha fornito alcuni consigli pratici, come tenere sempre le scarpe ai piedi e indossare un casco nel caso in cui se ne possegga uno.

Maxi-blackout a Cuba. Nella Isla Grande, a causa di Irma, si è verificato uno spaventoso maxi-blackout che ha coinvolto anche la capitale L’Avana. Flagellato da onde altissime il Malecon, lo storico lungomare della capitale cubana.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!