Zanzare: ad Anzio tre casi di infezione da Chikungunya

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Ad Anzio, in provincia di Roma, tre persone si sono ammalate di Chikungunya, un virus che causa febbre e reumatismi e che viene trasmesso dalla puntura di zanzare infette.
Poiché i tre pazienti infetti, che ora starebbero bene, hanno mostrato i sintomi nel mese di agosto e non avevano viaggiato nelle due settimane precedenti, è probabile che siano stati punti da una zanzara infetta presente nella zona. La conferma arriva da un comunicato dell‘Istituto Superiore di Sanità e dell’Istituto per le malattie infettive Spallanzani di Roma, i quali stanno effettuando i test su altre persone che hanno manifestato sintomi simili. Gianni Rezza, direttore del dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità ha spiegato che con ogni probabilità il numero complessivo dei contagi è superiore a tre, ma la disinfestazione della zona e l’arrivo dell’autunno impediranno all’epidemia di estendersi.
Ad Anzio infatti sono state immediatamente messe in atto misure di disinfestazione per ridurre ulteriormente il rischio di contagio ed è stato inoltre predisposto il blocco delle donazioni di sangue per 28 giorni per chi ha soggiornato nel comune. Sotto osservazione anche la zanzara tigre per descrivere il vettore presente nell’area e l’entità di tale presenza.
Nei giorni scorsi il sito della Società Internazionale per le Malattie Infettive aveva messo in guardia contro il fenomeno della migrazione delle zanzare portatrici di malattie. Negli ultimi mesi ci sono stati più di una decina di avvistamenti, soprattutto negli Stati Uniti, dove in California e in Nevada, sono comparse ad esempio zanzare capaci di trasmettere malattie come Dengue, Zika e Chikungunya. La società ha anche spiegato che tutto ciò è dovuto probabilmente agli inverni più miti, che non riescono a ridurre il numero degli insetti. Si stima infatti che il riscaldamento del clima estenda del 5% l’area del mondo in cui le zanzare trovano condizioni ottimali di vita.
La Chikungunya, è un’infezione nota dagli anni ’50, che provoca febbre, eruzioni cutanee e dolori articolari anche molto forti, ma raramente porta alla morte. Colpisce soprattutto in Africa e in Asia, ma dal 2007 sono stati registrati anche i primi casi in Emilia Romagna causati sempre da zanzare locali. A trasmettere il virus sono in particolare  le zanzare tigre, Aedes albopictus, una specie originaria dell’Asia sud-orientale arrivata da noi probabilmente tramite il commercio di copertoni usati (nell’acqua che vi si deposita le femmine depongono le uova). Dal 2007 a oggi non sono stati registrati altri casi in Italia, ma in Francia ogni anno vengono registrati almeno una decina di casi di Chukungunya autoctona sulla costa meridionale, oltre a diversi casi di febbre Dengue.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!