Folgaria, due morti dopo la lite in casa. Uccide il figlio della compagna e si spara

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Dramma a pochi chilometri dal confine vicentino, a Folgaria. Due i cadaveri ritrovati dalle forze dell’ordine in un’abitazione nel rione Costa dopo una serie di colpi di arma da fuoco non meglio precisati. I corpi sono di un uomo di 60 anni e di un 34enne, secondo Ansa rispettivamente compagno e figlio di una donna riuscita a fuggire evitando analogo destino. Il più anziano – Massimo Toller – dei due avrebbe aggredito Alessandro Pighetti ieri sera intorno alle 20 dopo una violenta lite.

Ad allertare i carabinieri i vicini di casa, dopo aver sentito il trambusto provenire dal piano terra di una palazzina, e gli inequivocabili spari. In un primo momento l’aggressore si sarebbe asserragliato nell’appartamento, prima di rivolgere l’arma contro di sè mentre le forze dell’ordine bloccavano le strade intorno e circondavano l’edificio. Non è chiaro se si sia trattato di una pistola o un fucile. La superstite sarebbe riuscita a salvarsi uscendo da una finestra sul retro. In corso le indagini con l’arrivo in Trentino della polizia scientifica.

La notizia della doppia tragedia si è subito diffusa nella serata e nel corso della notte, toccando anche le comunità vicentine di Lastebasse e Laghi, confinanti con il comune trentino dove si è consumato il probabile omicidio-suicidio.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!