Infortuni per due escursionisti sulle Piccolo Dolomiti

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Due infortuni oggi sulle Piccole Dolomiti vicentine hanno richiesto l’intervento del soccorso alpino.

Il primo è avvenuto stamattina intorno alle 11,30 sulla Ferrata del Vajo scuro, Monte Fumante, nel gruppo del Carega. Verso la fine della variante più difficile, che stava percorrendo con un amico, un 63enne di Valdagno, G.R.,  ha riportato la sospetta frattura di una caviglia ed è stato soccorso con l’eliambulanza. L’amico ha allertato il suem 118, che a sua volta che a sua volta ha chiesto l’intervento del Soccorso alpino di Recoaro – Valdagno. Una squadra di quattro soccorritori ha raggiunto i due escursionisti da un sentiero alternativo che porta all’uscita dell’itinerario, dove i due si erano portati. Hanno quindi stabilizzato il piede all’infortunato, spostandolo poi in un punto più agevole dove l’eliambulanza di Verona emergenza lo ha recuperato con un verricello di 40 metri. Con la stessa modalità sono stati imbarcati anche l’amico e la squadra. Trasportato al Rifugio Battisti alla Gazza, l’uomo è stato affidato all’ambulanza diretta all’ospedale di Valdagno.

Attorno alle 14 il 118 ha allertato il Soccorso alpino di Schio invece per un infortunio sulla Strada del Re nel territorio di Valli del Pasubio. Partito con la moglie dal Pian delle Fugazze per completare l’anello di Campogrosso sulla Strada del Re, un chilometro prima del ponte tibetano un escursionista è uscito dal sentiero e, scivolato, si è procurato la sospetta distorsione di un ginocchio. Una squadra ha raggiunto l’uomo, F.G., 72 anni, di Bassano del Grappa, e, dopo avergli immobilizzato l’articolazione, lo ha accompagnato alla macchina e da lì direttamente all’ospedale di Santorso.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!