Rubò mesi fa alla gioielleria “Stella”. Rintracciato e deferito 22enne

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Il colpo gli era riuscito, ma le impronte digitali lo hanno tradito. Il 22enne marocchino S.A., senza fissa dimora e disoccupato, è stato quest’oggi deferito dai carabinieri di Thiene per il furto di gioielli avvenuto il 9 luglio 2016 ai danni della gioielleria “Stella” di Thiene. Nel furto infatti il giovane si era ferito, lasciando sufficienti impronte per essere rintracciato e incriminato.

L’operazione è stata resa possibile dall’abilità del polo di dattiloscopia giudiziaria dei carabinieri di Verona, che hanno analizzato le tracce papillari ed ematiche rivenute sul luogo del crimine lo scorso luglio durante un sopralluogo.
Nell’occasione il marocchino, già gravato da precedenti per reati contro il patrimonio, aveva praticato nella notte un foro del diametro di 20 centimetri nella vetrina espositiva della gioielleria “Stella” di Thiene, in Corso Garibaldi, asportando orologi e preziosi vari per un valore complessivo di 5.500 euro. Nella rapina però il 22enne si era ferito ad un braccio, lasciando tracce che hanno permesso di risalire a lui e di deferirlo per il reato di furto aggravato.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!